Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Settori in crisi per il Covid-19: oltre 13 mila domande di ristoro accolte dalla Regione

«Il numero di domande presentate e ammesse dimostra che il bando ha centrato il segno», ha commentato l'assessore veneto allo sviluppo economico, Roberto Marcato

Immagine di repertorio

Sono 13.493 le domande di ristoro ammesse a finanziamento relativamente al bando ristori della Regione del Veneto per i settori più colpiti dalla crisi da Covid-19. Nel bando, pubblicato lo scorso 10 febbraio, la Regione ha messo a disposizione 17,4 milioni di euro ai quali è stato aggiunto un ulteriore milione di euro da parte di Unioncamere che, grazie ad un accordo di programma, ha affidata la gestione operativa del bando.

«Il numero di domande presentate e ammesse dimostra che il bando ha centrato il segno – commenta Roberto Marcato, assessore allo sviluppo economico che ha promosso il bando attraverso una specifica delibera di giunta. – Questa è la nostra ulteriore risposta concreta alla richiesta di aiuto dei settori più in difficoltà».

Per quanto concerne le domande presentate e ammesse, da parte di Unioncamere attualmente è in corso di verifica la regolarità del DURC (documento di regolarità contributiva). Per le imprese con DURC regolare le operazioni di liquidazione prenderanno avvio dal giorno 15 aprile e si concluderanno indicativamente il giorno 15 maggio.

«Ringrazio Unioncamere per il grande lavoro che sta svolgendo su un numero di domande davvero molto significativo», conclude l’assessore Marcato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settori in crisi per il Covid-19: oltre 13 mila domande di ristoro accolte dalla Regione

VeronaSera è in caricamento