Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Emergenza Covid-19, ristori per turismo e agricoltura: il nuovo bando apre lunedì

Nato dall’impegno congiunto della Regione del Veneto e di Unioncamere Veneto, prevede una dotazione finanziaria di 2 milioni e 250 mila euro destinati alle attività iscritte nel Registro delle imprese e ai professionisti in possesso di partita IVA attiva

Da lunedì 19 luglio i soggetti economici delle filiere del turismo e dell’agricoltura, potranno presentare domanda di contributo per accedere ai nuovi ristori dedicati a chi ha subito restrizioni a causa dell’emergenza Covid-19.

Il bando, nato dall’impegno congiunto della Regione del Veneto e di Unioncamere Veneto, prevede una dotazione finanziaria di 2 milioni e 250 mila euro destinati alle attività iscritte nel Registro delle imprese, nonché ai professionisti in possesso di partita IVA attiva, aventi una sede operativa attiva o esercitanti l’attività nel territorio del Veneto alla data della domanda di ristoro.

I soggetti che possono presentare richiesta a partire dalle ore 10 di lunedì sono:

  • agenzie di viaggi e tour operator;
  • altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte da agenzie di viaggio non classificate;
  • guide Alpine e accompagnatori di media montagna, titolari di partita IVA attiva, iscritti ai relativi albi professionali ai sensi della legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1 “Nuova disciplina della professione di guida alpina e di accompagnatore di media montagna”;
  • professionisti del settore turistico individuati e definiti ai sensi dell’articolo 82 della legge regionale n. 33/2002 (guide turistiche, accompagnatori turistici, animatori turistici, guide naturalistico-ambientali) abilitati in altre Regioni e residenti nella Regione Veneto;
  • fattorie didattiche iscritte nell’Elenco regionale delle Fattorie Didattiche, anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP);
  • fattorie sociali, anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) ed iscritte nell’elenco regionale di cui al DDR n. 38 del 26/03/2021;
  • agriturismi anche condotti da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) o Coltivatore diretto;
  • aziende di turismo rurale anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) o Coltivatore diretto, riconosciute ed attive ai sensi della L.R. 28/2012 e s.m.i..

«Si tratta di un ulteriore aiuto concreto al mondo del turismo e dell’agricoltura – dichiara l’assessore regionale al turismo, Federico Caner –. Settori che, in quest’ultimo anno e mezzo, hanno sofferto, anche più di altri comparti, le tragiche conseguenze dell’epidemia da Covid-19. Accanto agli aiuti attivati nei mesi scorsi, abbiamo messo a disposizione tutte le risorse disponibili per sostenere chi ha fatto del turismo e dei prodotti della terra la propria attività. Questo bando si rivolge a chi, in particolare, non aveva potuto beneficiare del sostegno con provvedimenti precedenti».

I termini per la presentazione della richiesta di contributo scadranno alle ore 18 del 6 agosto 2021. Tutte le informazioni relative al bando si potranno trovare a partire da oggi nel sito internet di Unioncamere Veneto, all’indirizzo www.unioncamereveneto.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid-19, ristori per turismo e agricoltura: il nuovo bando apre lunedì

VeronaSera è in caricamento