menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Revisionata la direzione generale

Revisionata la direzione generale

Revisionata la direzione generale

Le sette aree operative risponderanno direttamente allamministratore

Sono state autorizzate, il 15 settembre scorso, dal Consiglio di Sorveglianza del Banco Popolare le linee guida della revisione della struttura di direzione generale deliberate dal Consiglio di Gestione.

La nuova struttura prevede una configurazione di vertice rappresentata dal Consigliere Delegato e da sette direzioni così articolate: Corporate, Retail, Crediti, Finanza, Legale e Compliance, Operations, Risorse Umane. Tale revisione della struttura di direzione è nata dall’opportunità di assumere un assetto organizzativo coerente con il piano industriale e con l’obiettivo di vicinanza al territorio. L’allineamento al progetto di governo societario è teso ad impostare i processi decisionali e gestionali secondo criteri di massima efficienza. Particolare attenzione hanno, quindi, il presidio costante dei rischi, la rapidità, la minima dispersione dei flussi informativi, la chiara identificazione dei centri di responsabilità per i vari ambiti operativi e la razionalizzazione dei riporti diretti.


La revisione, in linea con il disposto statutario, non contempla la figura del direttore generale. Ciò è reso possibile grazie al fatto che la struttura prevede, tra le altre cose, la concentrazione nelle direzioni di tutte le funzioni più rilevanti, la riduzione dei riporti diretti al Consigliere Delegato e la previsione di appositi Comitati che assicurino a tutti i manager pienezza della visione, responsabilità e conoscenza trasversale dei rischi. In questo contesto, specifico rilievo è stato attribuito a taluni Comitati (di Direzione; Rischi; Finanza e ALM), per i quali sono fissate cadenze minimali ravvicinate ed una verbalizzazione che assicuri la tracciabilità dei processi decisionali, in modo da porre massima attenzione alle funzioni di presidio dei rischi. La snellezza della struttura, la responsabilità e la trasparenza dei percorsi decisori vogliono così contrassegnare le modalità operative più idonee per lo sviluppo dei piani aziendali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento