rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Economia Centro storico / Piazza Bra

Turismo, Zaia sigla il protocollo con l’automobile club della Germania: «Amici tedeschi, bentornati a casa!»

«ADAC, l’automobile club tedesco, rappresenta per noi la massima istituzione con la quale costruire relazioni e diffondere buone pratiche nel solco dell’ospitalità», ha spiegato il governatore del Veneto Luca Zaia

«L’amicizia tra il popolo veneto e quello Bavarese si rinnova grazie a questo significativo accordo turistico, il primo ed unico in Italia, che nasce per consolidare i rapporti con l’ospite di riferimento per la nostra industria turistica. ADAC, l’automobile club tedesco, rappresenta per noi la massima istituzione con la quale costruire relazioni e diffondere buone pratiche nel solco dell’ospitalità». Lo ha detto il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in occasione della presentazione e della firma del memorandum tra l’amministrazione regionale, e i rappresentanti di ADAC (Allgemeiner Deutscher Automobil-Club), ACI Veneto e ACI Nazionale avvenuta questa mattina a Palazzo Balbi a Venezia e alla quale ha partecipato anche Jesusleny Gomes, imprenditrice veneta impegnata tra Verona e la Germania.

TURISMO. FIRMATO MEMORANDUM ADAC-REGIONE DEL VENETO - 2022

«In Veneto la seconda lingua è il tedesco, perché è il primo mercato di riferimento straniero con un 27,5% sul totale delle presenze turistiche – ha specificato il presidente della Regione –. Se siamo la prima regione con 18 miliardi di fatturato e 72milioni di presenze turistiche è anche grazie a loro. Grazie a questo protocollo ripeto: amici tedeschi, bentornati a casa!».

Il Protocollo d’intesa in materia di flussi turistici, siglato oggi dal governatore del Veneto e Karlheinz Jungbeck, il presidente di ADAC Turismo, fortemente voluto dall’assessore al Turismo regionale, è frutto di un lavoro di squadra e di legami rinnovati durante la partecipazione della Regione del Veneto al Bavarian Historic, importantissima manifestazione d’automobilismo d’epoca che ADAC realizza da oltre 30 anni e che in questa edizione ha ospitato uno stand promozionale dedicato interamente al Veneto a cui hanno partecipano tutti i Consorzi di Imprese Turistiche. A sugellare questo protocollo di collaborazione la partecipazione di ACI, rappresentata in videoconferenza dal Presidente nazionale, Angelo Sticchi Damiani e dal Presidente del Comitato Veneto, Giorgio Capuis che ha ricordato gli obbiettivi dell’accordo.

Sarà istituito un «tavolo di lavoro permanente» tra i soggetti per definire «quelle iniziative concrete che potranno contribuire a rafforzare il corridoio turistico tra Germania e Veneto, e favorire i rapporti transfrontalieri con al centro la mobilità». Tra le priorità c’è «la necessità di snellire i percorsi burocratici per l’accesso alle autostrade e l’ingresso a Venezia per gli oltre 21 milioni di soci che si rivolgono ad ADAC per le proprie vacanze».

«L’obbiettivo condiviso è quello di migliorare, ampliare e sostenere il turismo tedesco in Veneto, partendo dalla mobilità – ha concluso l’assessore al Turismo -. L’accoglienza che abbiamo avuto in Baviera è stata eccezionale e voglio ricambiare con il sostegno a questo memorandum che sancisce un legame importante tra l’ADAC e il Veneto per continuare a tessere rapporti, creare un sistema di riconoscimento e di scambio tra noi e il primo mercato di riferimento straniero per la nostra industria turistica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Zaia sigla il protocollo con l’automobile club della Germania: «Amici tedeschi, bentornati a casa!»

VeronaSera è in caricamento