Zavarise: «Proroga ai plateatici e via libera ai "funghi" fuori dai locali»

L'assessore al commercio e alle attività produttive del Comune di Verona, nonché commissario provinciale della Lega, ha annunciato i provvedimenti per aiutare gli esercenti messi in difficoltà dalle misure dell'ultimo Dpcm

Nicolò Zavarise - Immagine di repertorio

Plateatici a disposizione di bar e ristoranti fino alla fine dell'anno e via libera all'installazione dei "funghi", le fonti di calore da mettere all'esterno per riscaldare i clienti. Sono le ultime misure prese dal Comune di Verona nel tentativo di aiutare alcune delle categorie maggiormente colpite dall'ultimo Dpcm, che ha fissato alle ore 18 lo stop di servizio al tavolo per le attività di ristorazione. 
Nei giorni scorsi la proroga per i plateatici era stata già preannunciata dal sindaco Sboarina, che ha aperto inoltre la ZTL dalle 10 alle 24 tutti i giorni, e ora è arrivata la decisiva conferma dall'assessore al commercio e alle attività produttive, nonché commissario provinciale della Lega, Nicolò Zavarise.

«L’approvazione della proposta che ho sottoposto alla Giunta per il prolungamento dell’utilizzo dei plateatici fino al 31 dicembre (e ulteriormente prorogabile) è un passo importante per una categoria economica sempre più in crisi e vessata ingiustamente dalle restrizioni di questo governo - ha detto Zavarise -. Un risultato notevole ma non sufficiente. Per questo, visto anche il periodo invernale, ho ritenuto assolutamente necessario inserire nella delibera la possibilità per gli operatori economici di bar e ristoranti di dotarsi di uno strumento ulteriore, accordando loro la possibilità di installare generatori di calore, anche a gas e non solo elettrici, i cosiddetti "funghi", derogando ad un regolamento che sarà a breve oggetto di modifiche permanenti al fine di svecchiare delle norme comunali ormai vetuste.
La delibera, proprio per la complessità di superare una serie di vincoli regolamentari, è frutto di una fitta e proficua collaborazione tra gli uffici dell’assessorato al commercio, i rappresentanti delle categorie economiche, la polizia locale e il corpo provinciale dei vigili del fuoco, che desidero ringraziare uno per uno.
Dato il periodo non facile che ci attende, è necessario attuare tutte le deregolamentazioni possibili, al fine di creare opportunità e concedere strumenti a chi deve lavorare.
La Lega - ha concluso l'assessore - mostra soddisfazione per l’accoglimento della propria proposta da parte del sindaco e degli altri rappresentanti politici dell’amministrazione, così come per l’apertura della ztl, domandata a gran voce dalla Lega ancora durante la prima fase di emergenza COVID, e che chiederemo di mantenere ulteriormente aperta, sempre con fascia oraria dalle 10 alle 24, fino alla fine dell’emergenza sanitaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento