Nuovo regolamento per i mercati a Km 0 di Verona. E quello di Avesa diventa definitivo

Diverse le novità che interessano i mercati di questo tipo in attività in città, mentre quello nel quartiere diventerà un appuntamento fisso: «Dal 2018 non ci sono più negozi adibiti alla vendita di frutta e verdura»

La presentazione del nuovo regolamento ad Avesa

Il mercato a chilometri zero di Avesa diventa un appuntamento permanente. Dopo una sperimentazione di circa un anno e mezzo, avviata a febbraio 2019, utile ai commercianti per valutare l’effettivo apprezzamento dell’iniziativa da parte del quartiere, il mercato di generi alimentari del venerdì mattina diventa definitivo.

Con la recente modifica del ‘Regolamento dei mercati per la vendita diretta dei prodotti agricoli’, i cosiddetti a ‘Km zero’, la Giunta comunale di Verona, su richiesta dell’assessore al Commercio e alle Attività economiche Nicolò Zavarise, ha infatti confermato in via definitiva il mercato di piazza Avesa, ormai divenuto un appuntamento atteso ed apprezzato dai residenti e non solo.
Il mercato, come avviene attualmente, ha uno spazio di vendita composto da cinque banchi, dei quali tre destinati a prodotti stagionali e due a quelli non stagionali.

Fra le novità del nuovo regolamento, che interessa tutti i mercati a chilometri zero in attività sul territorio cittadino: l’ampliamento della gamma di prodotti vendibili, con l’inserimento di generi alimentari come arachidi, cereali, pane e prodotti da forno, legumi, vini veronesi e birra, carni fresche, latte prodotto a Verona, miele, pesce d’acqua dolce e piante aromatiche, officinali, ornamentali e fiori. Migliorie sono state introdotte anche in alcune aree mercatali, su cui, a seconda delle necessità, è stata aumentata la superficie dei posteggi. Quindi, dove sarà possibile, potranno essere introdotti, accanto ai consueti banchi di dimensioni tradizionali, nuovi spazi, che amplieranno così l’area espositiva complessiva di ogni singolo punto vendita.

Infine, liberalizzazione dei prezzi di vendita, in base alla legge della domanda e dell’offerta, come avviene normalmente in qualsiasi attività. A tutela del consumatore, però, è stato inserito il vincolo, ai fini della trasparenza delle tariffe e tranciabilità dei prodotti, di esposizione di uno specifico cartello indicante tutte le caratteristiche del venduto e il costo.

Tutte le novità sono state illustrate venerdì mattina in piazza Avesa, durate il consueto mercato a chilometri zero, dall’assessore Zavarise. Presenti, oltre al consigliere comunale Roberto Simeoni, la presidente della II Circoscrizione Elisa Dalle Pezze, fra le sostenitrici nel 2018 dell’idea di apertura di un mercato ad Avesa, proposta dai consiglieri circoscrizionali Alberto Grigoletti e Beatrice Bertagnoli, anch’essi intervenuti.

«Fin da subito – ha ricordato l’assessore Zavarise – il mercato a chilometri zero di Avesa si è dimostrato un’idea vincente, molto apprezzata dai residenti che, ne tempo, hanno costantemente accresciuto la loro affluenza. Oggi è una realtà commerciale importante per questa zona, che consente l’acquisto, vicino a casa, di generi alimentari di qualità e prodotti nel nostro territorio. La sua definitiva istituzione rientra fra le principali novità introdotte nel nuovo regolamento, approvato ieri dalla Giunta e confermato oggi anche dalla commissione competente. Adottate, inoltre, alcune migliorie, come l’ampliamento delle merceologie vendibili e della superficie di vendita per i banchi di alcune aree mercatali. L’obiettivo è di sostenere e stimolare questa tipologia di vendita, sempre più apprezzata da produttori e cittadini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dal 2018 – ha ricordato la presidente Dalle Pezze – ad Avesa non ci sono più negozi adibiti alla vendita di frutta e verdura. Questo mercato, che puntiamo a far crescere ed ampliare, è stato immediatamente accolto favorevolmente dai residenti, presenti anche oggi numerosi per gli ormai consueti acquisti del venerdì mattina».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 settembre 2020

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento