rotate-mobile
Economia

Nuovi alberghi a Lazise, Confcommercio dice "no"

Secondo i commercianti il mercato saturo e non servono altri insediamenti turistici e commerciali

Valutare con estrema attenzione l’opportunità di dar vita a nuovi insediamenti commerciali ed alberghieri alla luce del fatto che l’offerta è oggi ampiamente in grado di coprire la domanda in settori nei quali si registrano segnali di forte sofferenza: è quanto evidenziano il presidente della Confcommercio di Lazise Mauro Campagnari e il direttore generale Giorgio Sartori in una lettera inviata nei giorni scorsi al primo cittadino Renzo Franceschini.

“La previsione di nuovi insediamenti commerciali ed alberghieri sul vostro territorio contenuta nel Piano degli interventi, non può e non deve contrastare il principio di una oculata gestione del territorio secondo quanto previsto dalla legge regionale del Veneto del 23 aprile 2004, che mira a salvaguardare le realtà esistenti e il territorio stesso”, si legge nella lettera. Per il presidente provinciale Paolo Arena e per il leader della Confcommercio del Garda Baldo Claudio Rama, “se proprio dovessero mancare posti letto sarebbe più che sufficiente riorganizzare e ristrutturare l’esistente, senza occupare altro suolo con nuovi edifici”.

“I dati a nostra disposizione – prosegue Rama – indicano che la percentuale di occupazione delle camere non supera il 42% e che non si arriva praticamente mai all’overbooking; si assiste inoltre ad una costante svalutazione dei prezzi, con tariffe talora irrisorie come i 19 euro chiesti da una struttura ricettiva lacisiense lo scorso 7 maggio per pernottamento e prima colazione. Per quanto riguarda i negozi, il turn over è accentuatissimo e preoccupante: molte attività vengono gestite per una stagione e poi i titolari chiudono”.


“In questo contesto considerando anche la necessità di tutelare il territorio – conclude Rama - non vediamo la ragione di prevedere ulteriori strutture commerciali e turistiche e ci auguriamo che l’amministrazione di Lazise non compia scelte che si rivelerebbero contrastanti con le esigenze del mercato e dell’economia dell’intero territorio gardesano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alberghi a Lazise, Confcommercio dice "no"

VeronaSera è in caricamento