Mercatone Uno, al Ministero la richiesta per gli ammortizzatori straordinari

I commissari dell'azienda dichiarata fallita hanno consegnato al Mise l'istanza per la proroga del programma di cessione, passaggio indispensabile per l'accesso agli ammortizzatori previsti dalla legge

Mercatone Uno (Foto di repertorio)

Continua nella direzione della tutela del lavoratori l'amministrazione straordinaria della Mercatone Uno, azienda dichiarata fallita da meno di un mese e che solo nel Veronese rischia di lasciare a casa i 37 dipendenti diretti di San Pietro di Legnago.
Ieri, 11 giugno, i commissari di Mercatone Uno hanno consegnato al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) l'istanza per la proroga del programma di cessione. Si tratta di un passaggio indispensabile per la pubblicazione del nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali e per l'accesso agli ammortizzatori straordinari previsti dalla legge.
L'istanza era stata accolta lo scorso 6 giugno dal Tribunale di Bologna, permettendo così la riattivazione dell'attività d'impresa.

È terminata così una fase per la Mercatone Uno. Ora se ne apre una nuova, in cui tutti sperano nell'individuazione di nuovi acquirenti per l'azienda. I commissari straordinari hanno pertanto presentato al Mise le proprie dimissioni per consentire a nuovi commissari di gestire la prossima fase.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

Torna su
VeronaSera è in caricamento