rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Economia

Manzato contro il governo: "Troppe tasse ai contadini"

Lassessore regionale intervenuto ieri alla giornata inaugurale a Fieragricola

“L’agricoltura veneta ha saputo creare lo scorso anno produzioni di qualità apprezzate in tutta Europa e nel mondo, ha accresciuto il proprio valore, ha aumentato l’occupazione, ha dimostrato di richiamare i giovani pur sapendo che questo lavoro è difficile e si inizia con i debiti. Le proposte della politica agricola comune rappresentano uno schiaffo a questo sistema”.

Lo ha sottolineato l’assessore all’agricoltura del Veneto Franco Manzato, intervenendo nella giornata di ieri a Fieragricola. “Gli orientamenti della nuova politica agricola comunitaria – ha aggiunto l’assessore – non solo non premiano le nostre specificità né le valorizzano ma rischiano di favorire chi ha la terra e non chi la lavora: un terreno incolto potrebbe per paradosso ricevere più aiuti di un orto di prodotti Doc”.


Manzato ribadisce come sia essenziale l’operato comune per cambiare la politica agricola creando una maggiore flessibilità. L’assessore evidenzia come l’agricoltura sia un settore importante per tutta l’unione europea che merita ingenti investimenti per le nuove generazioni. Manzato conclude il suo intervento ponendo il problema sulla tassazione della nostra agricoltura che viene caricata di nuove imposte come Imu ed Iva con maggiori costi del carburante rischiando così di colpire direttamente il lavoro agricolo, creando una politica depressiva che non sostiene il lavoro dell’agricoltore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manzato contro il governo: "Troppe tasse ai contadini"

VeronaSera è in caricamento