Maltempo, semi e ortaggi sotto l'acqua. Danni costosi in agricoltura

Guidalberto Di Canossa, ex presidente di Confagricoltura Verona: «Ho seminato frumento duro nei miei campi di Mozzecane alla fine di ottobre e il giorno dopo ha iniziato a piovere. Il 60% è marcito»

(Foto di repertorio)

Campi allagati nel Veronese, per le piogge abbondanti di questi giorni e per l'acqua esondata da torrenti e corsi fluviali. Un maltempo che costringe gli agricoltori a posticipare le semine e così si perderanno interi raccolti di ortaggi.

«I campi sono impraticabili per seminare qualsiasi cosa - ha spiegato Filippo Sussi, presidente del settore seminativi di Confagricoltura Verona - Nel Basso Veronese siamo in grande difficoltà con la semina dei cereali autunno vernini, vale a dire frumento, frumento duro e orzo, che si seminano entro la fine di novembre. Se le piogge cessano, si riuscirà a farlo forse per la metà di dicembre, ma può anche essere che molti rinuncino a seminare. Anche con il riso abbiamo avuto problemi. A causa delle avversità climatiche eravamo in ritardo di quindici giorni e perciò molti si sono trovati a raccogliere nel bel mezzo di questo periodo di piogge, con conseguenze sia per la raccolta sia per la qualità della produzione».
E c'è anche chi ha perso gran parte delle semine, come Guidalberto Di Canossa, ex presidente di Confagricoltura Verona e coltivatore: «Ho seminato frumento duro nei miei campi di Mozzecane alla fine di ottobre e il giorno dopo ha iniziato a piovere. Il 60% è marcito. Il che significa che sono andate in fumo migliaia di euro in sementi, concimi, aratura, diserbi, mancato raccolto. Nel prossimo giugno la produzione del frumento sarà più che dimezzata e dovremo vedere se nella parte marcita si potrà seminare dell'altro. Però avremo grandi aggravi di costi, perché le perdite si aggirano intorno a 600 euro a ettaro. Nel mio caso parliamo di 40 ettari, quindi 24.000 euro di investimenti buttati al vento. Se il 2019 è stato un anno horribilis, il 2020 sarà anche peggio. Non si era mai vista una cosa simile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche sul fronte degli ortaggi e della frutta si registrano difficoltà, come spiega Francesca Aldegheri, referente per il settore frutta di Confagricoltura: «Per chi ha ortaggi sotto serra grandi problemi non ce ne sono. Chi invece ha ortaggi in pieno campo, come il radicchio, ha difficoltà nella raccolta e anche problemi di marcescenza del prodotto. Impossibili in questo momento le semine: i campi sono fradici, con i trattori non si riesce a entrare. Difficoltà anche per i kiwi e le mele Pink Lady, varietà di mela tardiva che si raccoglie fino a novembre. Nei miei campi di Belfiore abbiamo iniziato a raccoglierla il 2 novembre, ma non siamo mai riusciti a fare tre giorni continuativi. Le colture sono mature, ma con questo tempo non si riesce a finire la raccolta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • Scontro tra auto e bici a Verona, 40enne in rianimazione: si cercano testimoni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento