rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

Le banche "congelano" i mutui degli alluvionati

Accordo con le associazioni, moratoria per i finanziamenti e plafond per sostenere la ripresa

Le associazioni di categoria del commercio, turismo, servizi, dell’artigianato e la Coldiretti fanno fronte comune per venire incontro alle esigenze della popolazione e delle imprese di Soave e Monteforte d’Alpone, drammaticamente colpite dall’alluvione, che hanno bisogno immediato di fondi per risollevare le sorti di chi vive e opera nei due Comuni dell’Est veronese.

Grazie all’azione congiunta di Confcommercio Verona, Confesercenti, Confartigianato, Associazione artigiani riuniti, Cna e della stessa Coldiretti, i tre istituti di credito Unicredit Banca, Banco Popolare e Ubi Banca concederanno una moratoria fino a 12 mesi per i finanziamenti in corso oltre a un plafond, il cui importa è da definire, per agevolare la ripresa dell’economia. Su richiesta di Confcommercio, inoltre, la catena Euronics metterà a disposizione delle circa 1.500 famiglie alluvionate un "pacchetto" di beni durevoli di prima necessità (frigorifero, congelatore, lavatrice e cucina a gas) ad un prezzo scontato del 30%, con possibilità di fruire di finanziamenti a tasso zero.


Questo è quanto emerso in un incontro che si è svolto oggi nella sede di Confcommercio Verona alla presenza del vicesindaco di Verona Vito Giacinto, del sindaco di Monteforte Carlo Tessari, del presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena e di quello di Confesercenti Silvano Meneguzzo, del numero uno di Coldiretti Damiano Berzacola, del leader di Confartigianato Ferdinando Albini, della presidente Cna Angiolina Mignolli, del segretario provinciale di Aar Andrea Prando e dell’amministratore delegato di Derta-Euronics Stefano Sonato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le banche "congelano" i mutui degli alluvionati

VeronaSera è in caricamento