rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Economia Legnago / Via Garbo

I lavoratori della Sime scendono in strada per protestare contro i licenziamenti

Lo sciopero è partito dopo che Fiom e Uilm non hanno trovato un accordo con l'azienda che ha sede a Legnago, che ha annunciato i tagli di 22 dipendenti dello stabilimento di San Giovanni Lupatoto

Nei giorni scorsi era stata la sezione veronese di Potere al Popolo ad annunciare l'avviamento della procedura di licenziamento per 22 dipendenti dello stabilimenento di San Giovanni Lupatoto della Sime, la fonderia con sede a Legnago, e nella mattinata di mercoledì i lavoratori sono scesi in strada a protestare
Oltre ad organizzare un incontro per il 25 gennaio e a puntare il dito contro l'azienda per la sua presunta "inadeguatezza imprenditoriale", PaP aveva annunciato lo stato di agitazione sindacale e l'ipotesi concreta di dare vita a manifestazioni e scioperi: così il 23 gennaio i lavoratori hanno dato vita ad uno sciopero per contestare i tagli degli esuberi, dopo che Fiom e Uilm nei giorni scorsi avevano cercato un accordo con l'azienda specializzata nel settore del riscaldamento. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori della Sime scendono in strada per protestare contro i licenziamenti

VeronaSera è in caricamento