rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

L'export traina la ripresa delle aziende del Veneto

Siamo la terza regione italiana con un saldo commerciale tra import ed export di 1.560 milioni

L’export del Veneto torna a valori monetari vicini ai dati precedenti la crisi. È quanto emerge dai dati sul primo trimestre 2011 registrati ieri dall’Istat. “Con 12 milioni e 172 mila euro di valore di esportazioni – dichiara il capogruppo leghista in Regione Federico Caner – la nostra regione evidenzia la cifra più alta dallo stesso periodo del 2008, quando la congiuntura economica era sicuramente più favorevole. Leggendo oggi questo dato, si vede che la crescita dal primo trimestre del 2010, per quanto riguarda il valore economico, è di un +17,6%, che si traduce in 1.826 milioni di euro. La ripresa inizia dal manifatturiero e dall’artigianato, e il Veneto ne è l’esempio più concreto”.

Una realtà dinamica, insomma, in linea con le tradizioni delle imprese della nostra regione. Un andamento che si presenta positivo se raffrontato alle altre realtà nazionali: “Dopo l’Emilia e il Piemonte – prosegue Caner – il Veneto è la terza regione italiana con un saldo commerciale tra import ed export di 1.560 milioni. Questi dati – ribadisce l’esponente della Lega Nord - evidenziano una dinamicità e una sostanziale vivacità del Veneto nell’uscire dalla crisi e questo si è notato di recente anche nel dato sul PIL regionale, che è ben superiore a quello italiano. La nostra regione sta ripartendo, e lo fa dall’artigianato e dal manifatturiero, settori nei quali è leader e su cui debbono puntare politiche lungimiranti ed attente agli sviluppi economici del territorio. Ora alla politica – conclude Caner – il compito di tradurre questa positività anche in un rilancio dell’occupazione, autentica priorità oggi per portare definitivamente il Veneto fuori dalla crisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'export traina la ripresa delle aziende del Veneto

VeronaSera è in caricamento