JOB&Orienta raccoglie la sfida: torna a Verona con un'edizione "digitale"

Il Salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, si terrà da mercoledì 25 a venerdì 27 novembre: ricco, articolato e "virtuale" il calendario degli appuntamenti

Immagine generica

Nonostante le difficoltà di questo 2020, JOB&Orienta tornerà anche quest'anno a Verona con un’edizione tutta digitale, accogliendo la sollecitazione e la sfida di continuare a innovarsi e a evolvere. Come è richiesto alla scuola, al sistema di welfare, al mondo dell’impresa e dell’economia, al Paese tutto.

Il Salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, si terrà da mercoledì 25 a venerdì 27 novembre, in una dimensione virtuale che diventerà patrimonio prezioso in vista della sua trentesima edizione, nel 2021.
L’appuntamento scaligero, dal respiro nazionale e oltre, è promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e costituisce un riconosciuto punto di riferimento per giovani, famiglie e operatori del settore.

Tra i temi protagonisti, naturalmente, il dialogo tra i due mondi scuola e lavoro, ma anche le buone pratiche e la didattica innovativa, già prima sperimentata e ora rafforzata nella fase di emergenza Covid, così come le competenze richieste dal mercato del lavoro per l’economia del futuro, verso una “green and digital transition”. Resta centrale pure l’orientamento, per supportare i giovani nella scelta consapevole del percorso scolastico e formativo come di quello professionale, ancor più in questo momento di incertezze e cambiamenti.

In versione digitale sarà il ricco e articolato calendario degli appuntamenti culturali di JOB&Orienta, con ospiti di livello per un confronto su temi diversi, a partire da quelli del dibattito più attuale. In programma in streaming grandi eventi, seminari, webinar, e ancora hackathon e premiazioni delle migliori esperienze, visibili a tutti tramite il sito e i social della manifestazione, lasciando spazio in molti casi a un‘ampia interazione da parte dei partecipanti.
Evolverà in modalità virtuale pure l’incontro con i numerosi espositori - scuole, accademie e università, enti di formazione, istituzioni, centri per l’impiego e agenzie di servizi per il lavoro, imprese, associazioni di categoria...–, grazie a mappe interattive navigabili del Salone e alla proposta di appuntamenti online. E per i giovani in cerca di occupazione, un calendario apposito di workshop con enti e aziende, con la possibilità anche di fissare colloqui di lavoro.

Sempre sei, come gli scorsi anni, i diversi percorsi tematici contrassegnati da differenti colori: all’interno della prima sezione espositiva “Istruzione ed educazione”, i percorsi Educazione, Scuola e Formazione Docenti (arancione), Tecnologie e Media (oro) e Lingue straniere e Turismo (verde); nella seconda “Università, formazione e lavoro”, invece, i percorsi Formazione accademica (blu), Formazione professionale (argento) e Lavoro e Alta formazione (rosso).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento