La Giunta approva la delibera su addizionale Irpef e aliquote Imu

Assessore Paloschi:"Abbiamo optato per una mini patrimoniale scaglionando le aliquote in base al reddito"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

La Giunta comunale ha approvato la proposta di delibera relativa all’addizionale Irpef e alle aliquote Imu, da sottoporre al voto del Consiglio comunale.

Il provvedimento è stato illustrato dall’assessore ai Tributi Pier Luigi Paloschi. “Per quanto riguarda l’addizionale Irpef – ha detto Paloschi – anziché pensare ad un’unica aliquota come da precedente proposta, aumentata da 0,3 a 0,6 per cento per compensare le minori entrate, abbiamo optato per una mini patrimoniale scaglionando le aliquote in base al reddito ed esentando dal pagamento i redditi inferiori a 10 mila euro. In questo modo beneficeranno dell’esenzione 55.338 contribuenti. Per quanto riguarda le aliquote Imu – ha aggiunto Paloschi – su richiesta delle associazioni di categoria, sono state riviste le aliquote per quanto riguarda uffici, opifici, fabbricati industriali e commerciali, per i quali l’aliquota è stata diminuita dal 10,7, della precedente proposta, all’8,6 per mille. Inoltre, per quel che riguarda le abitazioni e le relative pertinenze, rispetto alla precedente proposta che differenziava le aliquote dalla quinta alla decima casa di proprietà, il provvedimento proposto oggi dalla Giunta prevede un’aliquota unica del 10,6 per mille a partire dalla sesta casa”. Addizionale Irpef Esenzione dal pagamento dell’addizionale Irpef per i redditi fino a 10 mila euro; aliquota pari allo 0,5 per cento per i redditi da 10 a 15 mila euro; aliquota 0,65 per cento per i redditi da 15 a 28 mila euro; aliquota 0,78 per cento per i redditi da 28 a 55 mila euro; aliquota 0,79 per cento per i redditi da 55 a 75 mila euro; aliquota 0,8 per cento per i redditi oltre i 75 mila euro. Sul totale di 194.130 contribuenti veronesi, rientrano nella fascia di reddito da 10 a 15 mila euro 26.704 contribuenti; da 15 a 28 mila euro 69.269 contribuenti; da 28 a 55 mila euro 31.139 contribuenti; da 55 a 75 mila euro 5.103 contribuenti; rientrano nella fascia oltre i 75 mila euro di reddito 6.577 contribuenti. Aliquote Imu Riduzione aliquota Imu dal 10,6 per mille all’8,6 per mille per gli edifici classificati nelle categorie A10 uffici, D1 opifici, D7 fabbricati industriali, D8 fabbricati commerciali. Resta invariata al 7,6 per mille l’aliquota relativa alle categorie C1 negozi e C3 laboratori. Per la seconda casa di abitazione e relative pertinenze l’aliquota viene proposta al 7,6 per mille; dalla terza alla quinta casa aliquota dell’8,6 per mille; a partire dalla sesta abitazione aliquota al 10,6 per mille.  

Torna su
VeronaSera è in caricamento