rotate-mobile
Economia Centro storico / Piazza Bra

Inflazione, a Verona è stimata all'1,5%. Spesa più cara di 389 euro

È l'aumento calcolato per una famiglia media in un anno. Quello del capoluogo scaligero è il secondo più alto, dietro a Bolzano e davanti a Bari

L'Istat ha stimato un raffreddamento dell'inflazione, attestata allo 0,7%. «Un'ottima notizia», per l'Unione Nazionale Consumatori, che però non nasconde che l'aumento dei prezzi significherà che le famiglie italiane spenderanno di più per lo stesso carrello della spesa. In un anno la spesa di una famiglia italiana aumenterà di 172 euro, ma si tratta di una media calcolata dall'associazione dei consumatori; una media tra gli aumenti più grandi e quelli più bassi. Quindi, il maggior esborso non sarà uguale in tutta Italia e le famiglie veronesi sono tra quelle meno fortunate da questo punto di vista. A Verona, infatti, il rialzo dei prezzi è stimato all'1,5% e questo determinerà una spesa annua superiore di 389 euro. Il capoluogo scaligero si trova al secondo posto in questa classifica, dietro a Bolzano (dove l'aumento toccherà i 422 euro) e davanti a Bari, dove l'inflazione è maggiore (+1,7%), ma la spesa supplementare è calcolata sui 354 euro in un anno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inflazione, a Verona è stimata all'1,5%. Spesa più cara di 389 euro

VeronaSera è in caricamento