Economia Zai / Viale del Lavoro

Il tabacco protagonista di un incontro tra associazioni in città

Rispetto dei ruoli, massima chiarezza e trasparenza: questo l’obiettivo per cui il settore del tabacco veneto si è dato appuntamento nei giorni scorsi, nella sede Coldiretti di Verona

Consolidare il rapporto di collaborazione e rafforzare l’impegno per un sempre maggiore rispetto delle buone pratiche agronomiche, soprattutto con riferimento alle condizioni lavorative nelle produzioni di tabacco.  Questo l’obiettivo per cui il settore del tabacco veneto si è dato appuntamento nei giorni scorsi, nella sede Coldiretti di Verona, in occasione dell’incontro tra Ont Italia (Organizzazione Nazionale Tabacco Italia, societa' che unisce le maggiori associazioni tabacchicole) e i vertici di Philip Morris Italia s.r.l.

L’appuntamento ha costituito l’occasione per ribadire e rilanciare gli obiettivi dell’accordo siglato lo scorso anno tra Coldiretti, Ont Italia e Philip Morris Italia, finalizzato al sostegno del settore tabacchicolo italiano e alla programmazione pluriennale delle coltivazioni.  Come più volte ribadito dai partecipanti alla riunione, difatti, è proprio ponendo l’accento sulla sostenibilità e la programmazione che è possibile garantire maggiori certezze alla tabacchicoltura italiana e dare nuova vitalità all’intero mercato.

Cesare Trippella, di Philip Morris Italia, ha sottolineato l’importanza del rispetto di elevati standard qualitativi in termini di prodotto e di processo. Per la manifattura, la produzione di tabacchi di qualità è un’esigenza primaria.  A tal fine, nel corso dell’incontro Trippella ha più volte ricordato come Philip Morris Italia sia parte attiva del processo di costante miglioramento della qualità dei prodotti attraverso la messa a disposizione di risorse destinate direttamente all’assistenza tecnica, il cui obiettivo è facilitare il lavoro dei coltivatori e garantire vantaggi nella riduzione dei costi di produzione.

Per proseguire in tale direzione Ont Italia ha aperto una sede operativa a Isola della Scala, “se necessario - hanno affermato gli industriali - saranno aperte altre sedi sul territorio veneto con l'obiettivo di rispondere in modo puntuale alle esigenze dei produttori”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tabacco protagonista di un incontro tra associazioni in città

VeronaSera è in caricamento