rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia

Il non alberghiero traino del turismo veronese

L'assessore provinciale Pozzani: "Per il futuro dobbiamo puntare sempre pi alla qualit"

Sempre più turisti scelgono la provincia di Verona come meta delle proprie vacanze. Analizzando il quadrimestre Gennaio-Aprile si può notare come, rispetto all’anno scorso, durante il 2011 sono aumentate sia le presenze sul territorio (12,05%) che le presenze (10,74%), con un incremento sostanziale soprattutto nel settore extra alberghiero. “Dati estremamente positivi per i primi 4 mesi di quest'anno – ha commentato l’assessore provinciale al Turismo Ruggero Pozzani -. La qualità delle nostre strutture ricettive e il potenziamento dei voli all'aeroporto Catullo imprimono una spinta positiva al trend della nostra Provincia. La soddisfazione è ovviamente molta, siamo consapevoli dell'impegno che ci siamo assunti quotidianamente per valorizzare il territorio veronese e quindi raccogliamo i frutti di un lavoro costante”.


Pozzani, però, non vuole adagiarsi sugli allori: “Per il futuro dobbiamo puntare sempre più sui servizi e sulla qualità per dare valore aggiunto ai nostri imprenditori, che spesso non trovano corrispondenza tra l'aumento dei flussi e il fatturato. Ci troviamo in un mercato globalizzato, aggressivo sui prezzi, estremamente competitivo sulla promozione, che ci deve spingere verso una seria riflessione finalizzata a fare della Provincia di Verona un sistema unificato. Il settore turismo dell'amministrazione provinciale si sta dunque adoperando per fornire ai nostri operatori analisi qualitative di mercato finalizzate alla miglior comprensione del settore turismo. Ora dobbiamo concentrarci fortemente sul tema dell'accoglienza per far sì che, attraverso il passaparola, si inneschi una prima efficace promozione territoriale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il non alberghiero traino del turismo veronese

VeronaSera è in caricamento