Economia Centro storico

Guide abusive, scarseggiano i controlli e si punta il dito su Bersani

I controlli vengono fatti compatibilmente con le priorità di servizio ma dopo il decreto Bersani da 50 a 250 euro, per chi non è in possesso dei requisiti per l'esercizio della professione

Guide abusive, esplode la protesta degli operatori turistici veronesi sostenute dal Pd, dal segretario D'Arienzo e dal consigliere comunale Bertucco. E l'amministrazione comunale scaligera replica puntando il dito contro l'ex ministro Bersani che con il suo decreto ha abolito le licenze e reso inapplicabili le sanzioni.


"I controlli vengono fatti compatibilmente con le priorità di servizio - si legge in una nota stampa diramata dal  comune - ma le sanzioni applicabili non sono quelle sino a 4 mila euro di cui hanno parlato le guide dell'Ippogrifo, ma dopo il decreto Bersani da 50 a 250 euro, per chi non è in possesso dei requisiti per l'esercizio della professione. Verbali peraltro validi solo per i cittadini extracomunitari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guide abusive, scarseggiano i controlli e si punta il dito su Bersani

VeronaSera è in caricamento