rotate-mobile
Economia Villafranca di Verona / Via Monte Baldo

Gruppo Calzedonia, nel 2021 fatturato in crescita anche rispetto al 2019

Un aumento del 29,1% sul 2020 e del 3,9% sull'ultimo anno prima della pandemia. Quota di fatturato estero al 56%. Aumentano le vendite con l'e-commerce, ma non si ferma lo sviluppo dei negozi

Nel 2021 il fatturato del Gruppo Calzedonia cresce e raggiunge i 2.505 milioni di euro con un aumento del +29,1% a cambi correnti (+30,5% a cambi costanti) rispetto ai 1.941 milioni di euro al 31 dicembre 2020. E la crescita rispetto al fatturato del 2019 è pari a 3,9%.

Si conferma del 56% la quota di fatturato estero sul totale fatturato. Ed è in continua crescita il volume di vendite realizzato con il canale e-commerce. Anche nel 2021, infatti, il Gruppo ha investito fortemente sulle infrastrutture tecnologiche e digitali con l’obiettivo di integrare sinergicamente rete di punti vendita e vendita online, al fine di offrire al consumatore un ampio ventaglio di alternative di acquisto adatte ai diversi contesti locali.
Prosegue, comunque, lo sviluppo di punti vendita sia all'estero che in Italia: nel corso dell'esercizio, il saldo delle aperture evidenzia un incremento di 176 nuovi punti vendita, dei quali 139 all’estero. Al 31 dicembre 2021 operavano con i marchi del Gruppo un totale di 5.076 punti vendita, di cui 3.288 all'estero e 1.788 in Italia.

«Gli investimenti hanno avuto un valore per più di 160 milioni di euro sia sul fronte commerciale, potenziando e rinnovando il canale retail e integrandolo sempre più al canale e-commerce, che sul fronte logistico e produttivo, con investimenti in tecnologie all’avanguardia per mantenere sempre innovativi gli stabilimenti del Gruppo - ha dichiarato il presidente del Gruppo Calzedonia Sandro Veronesi - L'ebitda supera i 760 milioni di euro, in crescita rispetto ai 531 milioni del 2020. Siamo oggi presenti in 55 paesi e il Gruppo intende perseguire una politica di consolidamento nei principali mercati europei; mentre proseguono le aperture anche nel mercato statunitense».

Nel 2021, il Gruppo ha ripreso il percorso di crescita e consolidamento per Signorvino e Atelier Emé, marchi più penalizzati dalla pandemia. In Italia, nel corso dell’anno sono stati inaugurati sei nuovi punti vendita Signorvino.
Falconeri ha riportato eccellenti risultati nelle vendite e punta a rafforzare la sua presenza in Italia e all’estero come brand specializzato nella maglieria in cashmere di altissima qualità.
Continuerà nel 2022 lo sviluppo di Intimissimi Uomo e proseguirà l'attività di riqualificazione ed ammodernamento dei punti vendita esistenti Calzedonia, Intimissimi e Tezenis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo Calzedonia, nel 2021 fatturato in crescita anche rispetto al 2019

VeronaSera è in caricamento