menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli Usa mettono gli occhi sull'agroalimentare veronese

Gli Usa mettono gli occhi sull'agroalimentare veronese

Gli Usa mettono gli occhi sull'agroalimentare veronese

Lexport di prodotti alimentari, vino e produzioni agricole cresce anche nel primo trimestre 2011

L’agroalimentare veronese fa gola al mercato statunitense che cresce a due cifre anche nel primo trimestre 2011. L’export di prodotti agricoli, alimentari e di vino scaligeri nei paesi a stelle e strisce è cresciuto, infatti, del 15,83% nei primi tre mesi dell’anno. Un dato di buon auspicio per il successo della collettiva dell’agroalimentare veronese organizzata a Washington D.C. dalla Camera di Commercio di Verona. L’ente coordina, infatti, la partecipazione di produttori veronesi di dolci, olio, riso, conserve e vino al Fancy Food Show, la fiera di settore per eccellenza sul mercato americano.

Le aziende, ospitate nell’area espositiva italiana, coordinata dall’Ice, possono contare su una vetrina d’eccezione. Occhi puntati sui buyers americani: nelle tre giornate di esposizione sono attesi più di 25.000 visitatori, tutti operatori del settore. Fancy Food con più di 2.400 espositori e 180.000 prodotti provenienti da più di 80 paesi è una delle piattaforme b-to-b più importanti del settore sul suolo americano e le imprese italiane sono da sempre le maggiormente rappresentate.

I prodotti italiani - afferma Aniello Musella, direttore dell'Ufficio Ice di New York - continuano a godere di un interesse entusiastico da parte del consumatore statunitense, sempre alla ricerca di nuovi ingredienti e nuove ricette che permettano di ricreare anche a tavola l'italian style, sinonimo di buon gusto, qualità e saper vivere”. Un interesse che le imprese scaligere colgono al volo. “Le imprese di Verona - sottolinea Fernando Morando, componente della Giunta della Camera di Commercio di Verona che accompagna la trasferta a Washington - accolgono l'invito della Camera di Commercio a partecipare a questa fiera da molti anni, cogliendo tutti i vantaggi collegati alla presenza ad una fiera internazionale di altissimo livello dove la prenotazione degli spazi, l'allestimento e persino l'interpretariato sono organizzati dai nostri uffici, lasciando alle imprese tutto il tempo di concentrarsi sulla cura dei propri contatti e la ricerca di nuovi”.

Ne da conferma anche il successo tributato al road show “Wine of Veneto”, organizzato da cinque Camere di Commercio venete, coordinate da Verona, che si è chiuso in questi giorni a New York. Un coast to coast iniziato a maggio con iniziative di promozione al trade, alla stampa e al pubblico a Los Angeles e Miami e conclusosi con analoghi eventi nei migliori ristoranti di Chicago e New York. I vini veronesi e veneti sono stati protagonisti di degustazioni e seminari con lo scopo di rafforzare la percezione della qualità dei prodotti veneti, frutto di un territorio carico di bellezze storiche e naturali.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento