menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovani imprenditori a Monti: "Ci siamo anche noi"

Giovani imprenditori a Monti: "Ci siamo anche noi"

Giovani imprenditori a Monti: "Ci siamo anche noi"

Ieri inviata una lettera al presidente del Consiglio: "Noi veronesi pronti a fare la nostra parte"

“Costruire il futuro è un’impresa possibile. Ma lo si può fare solo se si cambia passo su alcuni nodi decisivi: welfare, occupazione, istruzione, burocrazia, fisco, infrastrutture. Servono vere riforme strutturali che ringiovaniscano il Paese conferendogli un assetto a misura dei giovani e delle imprese”. Questa, in sintesi, è la richiesta che il Coordinamento nazionale giovani imprenditori (composto dai movimenti Giovani di Confagricoltura, Cna, Confartigianato e Confcommercio) esprime in una lettera inviata martedì 15 novembre al presidente del Consiglio incaricato Mario Monti.

“I Giovani Imprenditori, in rappresentanza di centinaia di migliaia di imprenditori under 40 del nostro Paese - scrive Marco Colombo, presidente dei Giovani imprenditori di Confartigianato e portavoce del coordinamento - sentono il dovere di fare la loro parte affinché si esca dalla crisi prima possibile e nel miglior modo possibile”. Chiedono il riconoscimento del valore sociale delle imprese e “un Paese in cui si sia liberi di fare impresa, in un mercato realmente competitivo che valorizzi il merito e la legalità”.

“Nella lettera a Mario Monti – spiega Pierluigi Zanini, presidente dei Giovani imprenditori di Confartigianato Verona – abbiamo indicato alcune proposte: porre i giovani realmente al centro delle politiche di governo; favorire la ricerca e l’innovazione anche attraverso processi di aggregazione formale e informale tra le imprese; superare il digital divide soprattutto nei rapporti con la pubblica amministrazione; eliminare le distanze tra il mondo della scuola e quello delle imprese, valorizzando la cultura dell’intraprendere; rendere il credito più funzionale al merito e meno al patrimonio; incentivare la creazione di nuove imprese ma anche porre grande attenzione alle imprese giovanili che, in questi anni, tra mille difficoltà, hanno continuato a stare sul mercato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento