rotate-mobile
Economia Malcesine / Via Navene Vecchia

"In funivia con il bus". È attiva la convenzione tra Atv e l'impianto di Malcesine

L'offerta permette di acquistare, al prezzo scontato di 20 euro, il pass ATV per viaggiare per un giorno su tutta la rete degli autobus, insieme al biglietto A/R della funivia, compreso il trasporto delle biciclette

Nati dalla sinergia fra Atv e Funivia di Malcesine, i pass Bus+Funivia sono stati presentati durante una conferenza stampa che si è tenuta nella Sala Rossa della Provincia: si tratta di un'offerta rivolta alla clientela turistica, con la quale si ottengono vantaggi e agevolazioni attraverso la vendita integrata di biglietti del bus e della funivia.
Alla conferenza stampa erano presenti: Antonio Pastorello, presidente della Provincia; Daniele Polato, presidente Funivia Malcesine Monte Baldo; Massimo Bettarello, presidente Atv; Alberto Martelletto, vicepresidente Atv.

L’offerta permette di acquistare, al prezzo scontato di 20 euro, il pass ATV per viaggiare per un giorno su tutta la rete degli autobus, insieme al biglietto A/R della funivia, compreso il trasporto delle biciclette. Attiva da due settimane, l’iniziativa ha già fatto registrare un notevole riscontro da parte dei turisti, che hanno immediatamente colto il sensibile risparmio economico offerto, se si considera che il solo biglietto intero a/r sulla Funivia Malcesine-Monte Baldo costa 20 euro, oltre alle spese di parcheggio dell’auto.

Subito esaurita la prima fornitura di 1.000 pass, sono stati tempestivamente riforniti i punti vendita dove altri 3.000 voucher sono acquistabili, ovvero le biglietterie ATV di Verona e Garda, e gli Uffici turistici di Peschiera, Lazise, Bardolino, Torbole, Riva del Garda.
Mettendo in campo questa iniziativa, ATV e Funivia puntano dunque ad offrire ai turisti che desiderano spostarsi per godersi le bellezze naturalistiche del Garda-Baldo, una alternativa realmente competitiva - in termini di prezzo e praticità - al mezzo privato, contribuendo così a ridurre la congestione di traffico nel bacino del Lago, a tutto vantaggio della tutela del fragile ecosistema gardesano sottoposto nei mesi estivi alla pressione di venti milioni di presenze turistiche. Per raggiungere la stazione di partenza della Funivia infatti, i viaggiatori hanno a disposizione l’intera rete degli autobus di ATV, che negli ultimi due anni nell’area del Garda e del suo entroterra è stata sensibilmente potenziata quanto a frequenza, collegamenti e offerta di titoli di viaggio.

Queste le principali linee che interessano Malcesine e la Funivia:

  • da Peschiera - Pacengo - Lazise - Cisano – Bardolino: Linea 483 (ogni 60');
  • da Garda - Torri del Benaco - Brenzone sul Garda: Linee 483-484 (ogni 30');
  • da Riva del Garda – Torbole: Linea 484 (ogni 60');
  • da Verona P.za Bra' e Stazione Porta Nuova: Linee 163-164- 185 (ogni 30') con cambio a Garda con Linee 483-484 (ogni 30').

Dalla stazione di Malcesine, le corse della Funivia partono ogni 30 minuti, dalle 8 alle 18.

Da ricordare che nel prezzo di 20 euro del pass ATV+FUNIVIA è compreso anche il trasporto bici su entrambi i vettori. Per i ciclisti però vanno ricordate le due caratteristiche del servizio a loro dedicato: è obbligatoria la prenotazione del trasporto bici in funivia; vanno rispettati gli orari delle corse speciali per le sole biciclette (8.15 - 8.45 - 9.15 - 9.45 - 10.15 - 14.15 - 15.15 - 16.15 - 17.15). Sempre a proposito di bici, è di sicuro interesse per le migliaia di bikers che si servono della Funivia per raggiungere i trails del Monte Baldo, l’allestimento da parte di ATV di alcune corse delle linee 483 e 484 (segnalate sugli orari) con autobus dotati di portabici, così da permettere ai ciclisti di evitare di percorrere con le due ruote le trafficate strade gardesane.

"La novità che presentiamo oggi è frutto della volontà della Funivia e di Atv di lavorare insieme e mettere a frutto le rispettive competenze nel campo dei trasporti - ha detto Antonio Pastorello -. Ne è scaturito un prodotto nuovo, che i viaggiatori hanno già dimostrato di apprezzare, lo dimostra il boom di vendita della prima fornitura di biglietti. Si tratta quindi di una grande dimostrazione di efficienza, per la quale mi congratulo e ringrazio i presidenti delle due importanti società partecipate dalla Provincia".

Massimo Bettarello ha poi proseguito dicendo: "Con questo accordo con la Funivia, Atv chiude in pratica il cerchio delle sue azioni strategiche sul Lago di Garda. E’ un bacino di utenza che noi abbiamo considerato come un unicuum e i risultati ci stanno dando ragione. Abbiamo siglato accordi commerciali con i vari soggetti che attuano servizi di trasporto: aeroporto, ferrovia, Navigarda e con la funivia, per collegarli direttamente al Garda. L’idea è che il comprensorio del Lago è un gioiello e va tutelato per evitare di intasarlo visto che il grande problema è quello della mobilità. I risultati per le iniziative fatte sono buoni e abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del presidente Polato e non mi sono stupito di vedere esauriti i primi mille biglietti".

"Le filiere degli enti pubblici efficienti dimostra di funzionare e quindi di saper dare risposte interessanti all’utenza. Oltre all’efficienza, si danno anche buone risposte dal punto di vista economico e del risparmio, che in questi tempi di difficoltà sono importanti - continua poi Daniele Polato -. Infatti, con 20 euro da Verona si arriva al punto più lontano del Garda e si sale in funivia. Il successo della vendita è ancora più significativo, se si pensa che praticamente la novità non era ancora stata pubblicizzata, per ora si è diffusa solo tramite i social media delle due aziende e con il passa parola. Solo così sono stati “bruciati” tutti i primi 1.000 biglietti. Resto convinto che la qualità del servizio paghi perché la gente vuole avere efficienza, confort e sentirsi come a casa. Cito il recente esempio di una coppia di turisti di Melbourne, Australia, che verrà a settembre a Verona e ha chiesto proprio se esiste un pacchetto per andare a Malcesine e in funivia, esattamente come quello che abbiamo fatto con Atv. Chiudo ricordando anche i vantaggi ambientali dell’offerta: con il bus non si inquina e non si intasano le strade".

Ha concluso poi Alberto Martelletto: "Esprimo grande soddisfazione per questa partenza con il botto del nuovo prodotto Atv-Funivia. E dati gli ottimi risultati, credo che andrebbero studiate altre realtà in cui offrire prodotti analoghi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In funivia con il bus". È attiva la convenzione tra Atv e l'impianto di Malcesine

VeronaSera è in caricamento