menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ennevi

Foto Ennevi

Al via la quattro giorni di Fieragricola, con 900 espositori in 10 padiglioni

Domani l'inaugurazione dell'evento di Veronafiera. Presente anche la Regione Veneto che presenterà i dieci nuovi bandi del suo Programma di Sviluppo Rurale da 92 milioni di euro

L'Africa, le opportunità di agribusiness in questo continente e le relazioni commerciali con l'Italia e l'Europa sono tra i temi al centro della 114esima edizione di Fieragricola, rassegna internazionale di agricoltura, meccanica agricola, zootecnia, agroforniture, energie rinnovabili e servizi, in programma da domani, 29 gennaio, a sabato 1 febbraio a Veronafiere.

111Fieragricola_FotoEnnevi__MG_1197-2
(Foto Ennevi)

La manifestazione si conferma una delle più rilevanti nel panorama europeo, con numeri in costante crescita: quest'anno sono 10 i padiglioni occupati, 900 gli espositori (+8,2% sull’edizione 2018), la superficie netta è di 67.600 metri quadrati netti (+18,7%), due le aree demo esterne di 9.500 metri quadrati allestite per gli «special show», 800 i capi di bestiame in esposizione (+14,3%), oltre 130 i convegni e i corsi di formazione in calendario nei quattro giorni di rassegna.

Il convegno inaugurale, in programma domani alle 11 nell'Auditorium Verdi del Centro congressi Europa ed è focalizzato su «Agribusiness in Africa e le relazioni commerciali con Ue e Italia: opportunità e prospettive», ricerca curata dall’Osservatorio Veronafiere-Fieragricola-Nomisma. Fra i relatori dell’incontro, moderato dal direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, intervengono: la ministra delle politiche agricole Teresa Bellanova; la ministra dell'agricoltura della Croazia Marija Vu?kovi?, che presiede il Consiglio dei ministri agricoli dell’Ue nel primo semestre 2020; il professor Giulio Tremonti, giurista, già ministro dell'economia e delle finanze; padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi; Denis Pantini, responsabile Area Agricoltura e Industria alimentare di Nomisma, e in collegamento da Bruxelles l’europarlamentare Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione agricoltura e sviluppo rurale e relatore per il Parlamento Europeo della proposta di riforma della Pac post 2020.

Fieragricola2016_FotoEnnevi_VAL_1381-2
(Foto Ennevi)

E domani sarà a presente a Verona anche il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che prima parteciperà alla manifestazione di Coldiretti sul problema della cimice asiatica e poi parteciperà all'inaugurazione dell'evento fieristico. E insieme al presidente Zaia, ci sarà anche l'assessore regionale all'agricoltura Giuseppe Pan.
La Regione Veneto sarà presente all'interno di Fieragricola con un proprio stand, nel padiglione 4. Giovedì 30 gennaio protagonisti dello spazio espositivo della Regione Veneto saranno i dieci nuovi bandi del Programma di Sviluppo Rurale, che rappresentano quasi 92 milioni di euro di aiuti. Due gli appuntamenti di presentazione in programma: uno al mattino (dalle 9.30 alle 10.30) e uno il pomeriggio (dalle 15 alle 16).

Si tratta di bandi rilevanti - ha fatto notare l'assessore Pan - perché traguardano l'ultima fase dell'attuale programmazione, mentre è già iniziata la transizione verso la nuova politica agricola comune "post 2020", attualmente in via di definizione in sede europea.
I bandi che verranno presentati a Verona, già pubblicati nel Bur, riguardano tematiche prioritarie per il settore agricolo. Tra questi lo stanziamento di 22 milioni di euro, aperto ad agricoltori e a cooperative agricole di produzione, per finanziare gli investimenti in strutture e dotazioni delle aziende agricole, con lo scopo di migliorare la redditività dell’impresa attraverso l’innovazione e la differenziazione di prodotto, nonché migliorare la sostenibilità riducendo gli impatti negativi dell’agricoltura sull’ambiente. Altri 13,5 milioni di euro sono destinati ad interventi per l’ammodernamento e la riconversione degli impianti irrigui, finalizzati al risparmio dell’acqua in agricoltura. Un importante stanziamento, che ammonta a complessivi 34,5 milioni di euro, sarà a beneficio dei giovani agricoltori: in particolare 14 milioni di euro sono rivolti al finanziamento del primo insediamento di giovani a capo delle aziende, con la possibilità di accedere al “pacchetto giovani”, che può contare su graduatorie dedicate per gli interventi di investimento aziendale, pari a 19 milioni di euro, e la diversificazione delle attività agricole, con 1,5 milioni di euro. Gli altri bandi sono rivolti a sostenere le aziende agricole tramite "azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze" e "azioni di informazione e di dimostrazione", ma anche i progetti per l'"informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari" e la "creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole". Infine, vengono attivate risorse per oltre 1 milione di euro a sostegno di interventi negli allevamenti finalizzati al "Programma regionale di interventi volti alla riduzione delle emissioni prodotte dalle attività agricole" per l'adozione coordinata a livello nazionale di misure di risanamento e miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano.

Fieragricola2018_Veronafiere_FotoEnnevi__D3L0245-2
(Foto Ennevi)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento