Cassa Rurale di Vestenanova nella Federazione del Nord Est delle Bcc

L'ente unisce istituti con l'obiettivo di rafforzare e rendere sempre più attuali i principi del credito cooperativo a beneficio del tessuto economico e sociale del territorio

(Foto Gmaps)

È nata la Federazione del Nord Est - Credito Cooperativo Italiano, l'organismo associativo di secondo grado delle Bcc aderenti al Gruppo Cassa Centrale Banca, tra i maggiori gruppi bancari italiani con una forte presenza nell’area del Nord Est del Paese.

La federazione, che riunisce tutti gli Istituti veneti di credito cooperativo che fanno capo a Cassa Centrale Banca, ha sede a Padova. L'avvio dell'operatività della Federazione del Nord Est segna un passaggio cruciale nell’evoluzione del credito cooperativo sul territorio, ed è motivato dalla necessità di dotare le banche venete del gruppo di un ente capace di garantire rappresentanza associativa, servizi comuni e la tutela del patrimonio intangibile del credito cooperativo.

Alla costituzione della nuova federazione hanno contribuito finora Banca Adria Colli Euganei, che ha sede ad Adria (RO), Banca Alto Vicentino di Schio (VI), Banca Prealpi SanBiagio, con sede a Tarzo (TV), Banca del Veneto Centrale, di Longare (VI), nata dalla recente fusione di Centroveneto Bassano Banca con Rovigobanca, la Cassa Rurale di Vestenanova e Cortina Banca di Cortina d’Ampezzo (BL). La federazione resta tuttavia aperta a future adesioni da parte di altre Banche delle regioni limitrofe.

A giorni, completati i necessari adempimenti giuridici, si insedierà il nuovo consiglio di amministrazione che eleggerà al proprio interno i nuovi organi sociali. La federazione è stata costituita in forma di società cooperativa per perseguire gli scopi di consolidamento del rapporto delle Bcc associate con le comunità locali; sviluppo delle Bcc associate; promozione di una sana e prudente gestione e svolgimento di ogni altra attività utile alla promozione e al rafforzamento del credito cooperativo sul territorio di riferimento.

A beneficiare della nascita di questa nuova realtà federativa sarà soprattutto il territorio. La Federazione del Nord Est, infatti, viene alla luce anche per mettere a fattor comune parte delle erogazioni liberali effettuate dalle banche venete di Cassa Centrale Banca, rafforzando così il sostegno a progetti culturali, sociali, di volontariato e di promozione del territorio sviluppati anche in partnership con soggetti pubblici e privati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento