menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cresce l'export. Camera di Commercio: "Per Verona il voto in pagella è 10"

Le esportazioni veronesi valgono 10 miliardi e 10 sono anche i settori in cui Verona è prima esportatrice in Italia. In media l'export veronese cresce di più di quello regionale e nazionale

Dieci, o in cifre 10. Numero ricorrente nell'export veronese. Dieci sono i miliardi di euro delle esportazioni veronesi e dieci sono anche i settori in cui Verona eccelle in Italia sempre per esportazioni e sono: vino, marmo, batterie, pile, accumulatori, calcestruzzo, cemento, gesso, prodotti abrasivi e minerali non metalliferi.

È quanto emerge dal report "Verona nel mondo. Interscambio commerciale", con le elaborazioni dei dati import-export di fonte Istat, presentato insieme al "Rapporto sull'economia veronese". Entrambe le pubblicazioni sono state realizzate dal Centro Studi della Camera di Commercio. "Verona, con una crescita del +2,9%, è la 10a provincia italiana per export, registrando una performance migliore rispetto a quella del Veneto (+1,3%) e dell'Italia (+1,2%). Non solo, aggiungendo alle esportazioni anche il valore delle importazioni, diventa la 5a provincia italiana per interscambio commerciale - ha spiegato il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Riello - Siamo i primi esportatori italiani in diversi settori e siamo secondi nell'alimentare e nell'ortofrutta e, nonostante la grave crisi che attanaglia il comparto, siamo ugualmente terzi nella termomeccanica. Siamo settimi per le calzature, decimi per il tessile abbigliamento e tredicesimi per i macchinari. Un'economia variegata che si autoalimenta, grazie all'intreccio e all'incontro tra diverse filiere".

"Negli ultimi decenni si è andata diversificando l'offerta di prodotti all’estero - ha concluso Riello - il che riduce i rischi: nel 1963 i paesi di destinazione delle merci veronesi erano 88 ora sono 191. I primi cinque mercati destinazione, che più di cinquant’anni fa rappresentavano una quota di mercato del 76%, oggi pesano complessivamente per il 43%".

Nell'ultimo anno, nella top-ten dei mercati di destinazione, tutti i primi otto paesi registrano risultati di segno positivo. La Germania si conferma al primo posto, seguita da Francia, Regno Unito, Stati Uniti e Spagna. Si evidenzia inoltre l'ingresso alla nona posizione della Cina. Tra i mercati posti oltre i primi dieci, quelli che hanno messo a segno i migliori risultati, in valore assoluto, sono il Belgio, la Slovenia, l'India, l'Uganda e lo Sri Lanka.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento