menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donazzan ai lavoratori Trony: "Chiederemo l'apertura di un tavolo di crisi"

I sindacati dei dipendenti coinvolti nel fallimento della società Dps Group srl, hanno incontrato l’assessore regionale al lavoro: "Uno degli obiettivi possibili è tentare di fare emergere eventuali manifestazione di interesse"

L’assessore al lavoro della Regione Veneto Elena Donazzan, insieme allo staff dell’unità di crisi, ha incontrato i rappresentanti sindacali dei dipendenti dei punti vendita Trony del Veneto, coinvolti nel fallimento della società Dps Group srl, che conta 43 negozi di vendita elettrodomestici in tutta Italia per un totale di 500 occupati, di cui 100 in Veneto, distribuiti tra Verona, Rubano, Albignasego, Conselve, Santa Maria di Sala e Zerobranco.

I lavoratori hanno espresso tutta la loro preoccupazione per la sorte dei punti di vendita veneti, e per il loro futuro, vista la duplice natura della crisi nella quale sono coinvolti, che è sia di natura imprenditoriale che di settore, a causa della competizione dell’online.

“La Regione Veneto è accanto ai dipendenti – ha assicurato l’assessore Donazzan – e già da tempo ho avviato una interlocuzione diretta con il Ministero dello sviluppo economico in considerazione dell’evoluzione del settore e degli scenari di crisi che gravano sulla distribuzionale tradizionale. Ora, in considerazione del precipitare degli eventi, la Regione chiede l’apertura di un tavolo nazionale di crisi, che affronti le problematiche legate alla particolare evoluzione del settore e, in particolare, il caso specifico degli ‘stores’ Trony. Uno degli obiettivi possibili è tentare di fare emergere eventuali manifestazione di interesse, anche per i punti vendita del Veneto. La competenza, le conoscenze tecniche e le capacità dei dipendenti fanno la differenza e – ha sottolineato Donazzan – rappresentano un valore aggiunto che può rendere appetibili eventuali operazioni di acquisizione”.

Nell’incontro è stato, inoltre, garantito l’impegno ad attivare strumento ogni disponibile e utile per la riqualificazione, la valorizzazione e l’eventuale ricollocazione dei lavoratori coinvolti nella crisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento