rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Da domani scatto lo stop al pesce fresco nell'Adriatico

A darne notizia è Coldiretti ImpresaPesca nel sottolineare che il provvedimento interesserà inizialmente la parte che va da Trieste a Rimini, per poi estendersi ovunque

Stop al pesce fresco in grigliate e fritture dall’inizio della settimana per l’avvio del fermo pesca che porterà il blocco delle attività della flotta italiana per l'estate. A darne notizia è Coldiretti ImpresaPesca nel sottolineare che il provvedimento inizierà dall’Adriatico e interesserà inizialmente la parte che va da Trieste a Rimini. "Un blocco necessario  - sottolinea la Coldiretti - per permettere il ripopolamento delle specie ittiche sovrasfruttate e salvare le marinerie tricolori dal collasso per le reti sempre più vuote, con la produzione in calo costante ormai da diversi anni".

"Lo stop alla pesca avrà la durata dal 16 luglio fino al 27 agosto per 43 giorni consecutivi - sottolinea Coldiretti ImpresaPesca -, dopodiché si tornerà in mare ma nelle dieci settimane successive alla ripresa l’attività sarà però limitata a tre giorni, come già lo scorso anno".

 

"Il fermo è una necessità per salvare il settore, anche se dolorosa per le vacanze, con il venir meno del pesce del Nord Adriatico in un momento in cui - sostengono i coltivatori - anche per effetto del grande caldo si registrano consumi in aumento del 15 per cento e prezzi contenuti. Il rischio è di ritrovarsi nel piatto, soprattutto al ristorante, prodotto straniero o congelato se non si tratta di quello fresco Made in Italy proveniente dalle altre zone dove in questo momento non è in atto il fermo pesca, ovvero il Tirreno e Sud Adriatico".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da domani scatto lo stop al pesce fresco nell'Adriatico

VeronaSera è in caricamento