Emergenza economica a Verona, il presidente Riello: «Una tempesta senza precedenti»

La produzione industriale segna un calo pari a -6,7%, mentre il fatturato è a -7,1%

Verona produzione industriale - Unioncamere Veneto

L’emergenza Covid-19 sta rappresentando uno shock violento per l’economia mondiale, con conseguenze socioeconomiche molto gravi. Nonostante la risposta politica rapida e integrata tanto a livello dell'UE quanto a livello nazionale, quest'anno l'economia italiana subirà una recessione senza precedenti e la ripartenza è incerta. Nel primo trimestre 2020, sulla base dell’indagine "VenetoCongiuntura", la produzione industriale ha registrato un crollo del -7,6% sull’analogo periodo dell’anno precedente. L’indicatore in questi ultimi anni aveva evidenziato un graduale indebolimento (+1,3% in media d’anno 2019, +3,2% nel 2018), ma la pandemia di Covid-19 ha avuto un violento impatto per il comparto manifatturiero regionale.

Scarica il report di Unioncamere Veneto

«Nel trimestre gennaio-marzo 2020 - sottolinea Mario Pozza, presidente di Unioncamere del Veneto - a seguito dell’emergenza Covid-19, il 72,6% delle imprese manifatturiere del Veneto ha dichiarato di aver sospeso la propria attività: un 63% in base alle disposizioni governative, un 9% per scelta. Solo il 27,4% invece ha dichiarato di non essere stato interessato dalla sospensione delle attività: oltre 1 su 3 di queste imprese ha potuto tenere aperto grazie al meccanismo della deroga agli obblighi di sospensione (in particolare per il comparto carta e stampa e i macchinari industriali). Se distinguiamo quindi nel campione le imprese sospese e non dalle diverse ordinanze con obbligo di chiusura, si evidenzia come il crollo della produzione per le attività sospese sia stato di ben il -11,9%, mentre per quelle che hanno potuto continuare a lavorare la produzione sia rimasta stabile (-0,1)».

Verona lockdown shock

Verona lockdown shock

«È un bollettino di guerra. Una tempesta senza precedenti, - ha spiegato il presidente della Camera di Commercio di Verona Giuseppe Riello - la prima crisi realmente globale, e che si abbatte in modo indiscriminato su paesi ricchi e poveri. E la congiuntura tra la crisi sanitaria ed economica rende meno probabile una rapida ripresa: la domanda è crollata, ci sono grandi "buchi" nelle catene di approvvigionamento globale e la crisi finanziaria coinvolge mercati e materie prime. Materie prime da cui l’Italia, come Verona dipende in modo cruciale. Il 66,4% delle imprese intervistate ha dichiarato di aver sospeso la propria attività per il lockdown. Quasi il 60% ha modificato geografia rifornimenti. Il 18% ha modificato/convertito la produzione. Siamo di fronte ad una rivoluzione Copernicana che non si può gestire per decreti con interventi a pioggia, occorre una pianificazione degli interventi a sostegno dell’economia, di concerto con tutte le istituzioni, Camere di Commercio incluse, e le numerose "partecipate" della galassia statale: dalla Sace all’Agenzia delle Entrate».

Verona crollo indicatori economici gennaio-marzo 2020

Verona, crollo degli indicatori economici gennaio-marzo 2020

Il presidente Riello ha quindi concluso: «Gli imprenditori intervistati, con almeno dieci dipendenti, non micro imprese quindi chiedono in maggioranza una maggior garanzia sui finanziamenti e solo in seconda battuta una proroga delle scadenze fiscali. Questo la dice lunga sulla rassegnazione della classe imprenditoriale che, come sempre accaduto, si fa carico della soluzione di tutti i problemi, anche quelli che non le spetterebbe risolvere».

Sintesi dei dati a Verona al I trimestre 2020

Analisi campione di 1.700 imprese con almeno 10 addetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Produzione industriale: -6,7% (imprese chiuse per lockdown -14%)
  • Ordini interni: -9% (imprese chiuse per lockdown -15,9%)
  • Ordini esteri: -7,8% (imprese chiuse per lockdown -15,9%)
  • Fatturato: -7,1% (imprese chiuse per lockdown -12,9%)

Veneto e Verona impatto coronavirus occupazione

Veneto e Verona, impatto emergenza coronavirus sull'occupazione

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Steakhouse: i tre migliori di Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Scontro mortale tra un'auto e una bici: deceduto sul posto il ciclista

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento