rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Economia Centro storico / Piazza Bra

Covid: 99 mila donne e 2 mila uomini hanno perso il lavoro, La Paglia: «Triste primato»

«Nel Recovery Plan bisogna investire per l'occupazione femminile. Questa crisi ha colpito tutti, - spiega la consigliera comunale a Verona Elisa La Paglia - ma se possiamo stilare un triste primato delle categorie danneggiate, in testa ci sono giovani e donne»

«I dati di novembre e dicembre per l'occupazione sono tremendi, nonostante il blocco dei licenziamenti. Si tratta di un crollo quasi esclusivamente al femminile: in totale i lavoratori scendono di 101 mila unità, ma di questi 99 mila sono donne e solo 2.000 sono uomini. Tra i settori in calo soprattutto gli autonomi: nel solo mese di dicembre si perdono 79 mila posti di lavoro rispetto a novembre». A ricordare ancora una volta questi dati sconcertanti quanto purtroppo specchio delle enormi disuguaglianze sociali che attraversono il nostro Paese e separano la popolazione maschile da quella femminile, è la connsigliera comunale a palazzo Barbieri per il Pd Elisa La Paglia.

Crisi occupazionale causa Covid: 100 mila posti di lavoro persi e il 98% erano di donne

La consigliera comunale a Verona Elisa La Paglia, dunque, si unisce con le sue parole al grido di denuncia sollevato anche dalla parlamentare dem Alessia Rotta e dalla vice capogruppo in Consiglio regionale per il Pd Vanessa Camani, a sua volta spiegando che «la maggiore fragilità del lavoro femminile è dovuta al fatto che in percentuale le donne sono maggiormente occupate nei servizi, in lavori precari o per i quali è possibile licenziare (a cominciare dal lavoro domestico)».

La consigliera Elisa La Paglia ha quindi voluto ricordare i dati riferiti dall'Istat: «A dicembre il tasso di disoccupazione risale al 9%, quello dei giovani al 29,7%, mentre il tasso di occupazione scende al 58,0% (-0,2 punti percentuali rispetto a novembre) dal 58,9% di dicembre 2019. Malissimo quindi la situazione, bene hanno fatto le donne democratiche ed il Pd a chiedere che nel Recovery Plan ci fossero importanti investimenti per l'occupazione femminile, i dati di oggi dimostrano le ragioni di quella richiesta. Questa crisi ha colpito tutti, - conclude la consigliera Elisa La Paglia - ma se possiamo stilare un triste primato delle categorie danneggiate in testa ci sono giovani e donne. Se la smettiamo con le crisi politiche il lavoro da fare non manca».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: 99 mila donne e 2 mila uomini hanno perso il lavoro, La Paglia: «Triste primato»

VeronaSera è in caricamento