Industria 4.0. Iniziative di Confindustria per essere subito operativi

Il piano lanciato dal governo proprio a Verona mesi fa viene sostenuto dagli industriali veronesi che hanno stretto un'accordo con l'Ordine degli Ingegneri e pensato altre misure per stimolare l'innovazione

Era il mese di settembre quando l'allora premier Matteo Renzi era venuto a Verona proprio per lanciare il piano Industria 4.0. A 5 mesi di distanza, Renzi non è più presidente del consiglio, ma Industria 4.0 non è stato accantonato dalla Confindustria veronese che lo ritiene "un'occasione importante per il tessuto industriale italiano, uno strumento fortissimo di politica economica per potenziare la struttura produttiva delle imprese e accelerare i processi di modernizzazione e investimento".

Proprio per sfruttare tutti gli effetti positivi del piano, Confindustria Verona ha messo insieme un pacchetto di iniziative. "Sulla partita del 4.0 le imprese sono più avanti del previsto. Per questo abbiamo deciso di aprire i lavori con una proposta concreta: un contributo per passare dalla norma alla pratica - ha spiegato Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona - La parte politica, la norma, l’ha già fatta Confindustria e l’ha fatta egregiamente, portandosi a casa un piano di interventi ampi e con i presupposti per essere efficaci nel rilanciare gli investimenti. La pratica al momento è rappresentata dalle misure immediatamente operative, e anche a scadenza come l’iperammortamento sul quale in particolare abbiamo deciso di dare una risposta concreta siglando un accordo di collaborazione con l’ordine degli ingegneri che ha lo scopo di mettere più facilmente in filiera gli attori coinvolti nell’iperammortamento".

"Il nostro impegno non si ferma qui - continua Bauli - Abbiamo in programma nuove iniziative, sempre di approccio pratico: siamo partiti con una serie di domande e risposte frequenti, già sul sito a disposizione degli associati che continueremo ad aggiornare. Abbiamo in corso un censimento delle aziende associate produttrici di beni 4.0. Stiamo utilizzando le start up 4.0 selezionate nell'ultima edizione di Impresa per Impresa per portare innovazione nelle imprese. E abbiamo istituito una mail dedicata per rispondere ai quesiti degli associati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nello specifico, l'accordo tra Confindustria Verona e Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia accennato da Michele Bauli prevede di istituire una short list di professionisti che possono eseguire perizie o consulenze a supporto degli investimenti 4.0 delle imprese per poter così accedere all’iperammortamento. Per la fruizione dei benefici fiscali previsti dalla legge di stabilità infatti le aziende sono tenute a produrre, per i beni aventi ciascuno un costo superiore a 500.000 euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un laureato in ingegneria iscritto all'Ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento