Sono 4,7 milioni gli occupati che lavorano la domenica, molti anche a Pasqua

Tra le realtà territoriali dove il lavoro "domenicale" è maggiormente diffuso, secondo un'indagine realizzata dall'Ufficio studi della CGIA, non rientra la regione Veneto che si colloca piuttosto nelle zone basse della classifica nazionale

immagine di repertorio

Secondo un’analisi realizzata dall’Ufficio studi della CGIA e riferita al 2016, sono 4,7 milioni gli italiani che lavorano di domenica. E una buona parte di questi sarà in negozio, in fabbrica o negli uffici anche il giorno di Pasqua. Tra questi 4,7 milioni, 3,4 sono lavoratori dipendenti e gli altri 1,3 sono autonomi (artigiani, commercianti, esercenti, ambulanti, agricoltori, etc.). Se 1 lavoratore dipendente su 5 è impiegato alla domenica, i lavoratori autonomi, invece, registrano una frequenza maggiore: quasi 1 su 4.

Le realtà territoriali dove il lavoro “domenicale” è più diffuso sono quelle dove la vocazione turistica/commerciale è prevalente, dalla Valle d'Aosta (29 %) alla Sardegna (24,5 %), mentre per la regione Veneto è da rilevare un posizionamento verso gli ultimi posti della classifica, esattamente al quint'ultimo con il 18,6 % dei dipendenti totali che lavora anche la domenica. Un dato che è in linea con il raffronto tra l'impiego lavorativo domenicale in Italia e in Europa, con il nostro Paese che si colloca anche in questo caso al quint'ultimo posto (19,5 %) rispetto a Stati come la Danimarca, la Slovacchia, i Paesi Bassi e la Croazia (tutti oltre il 30 %).

“Negli ultimi anni – segnala il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo – il trend degli occupati di domenica è aumentato costantemente sia tra i dipendenti che tra gli autonomi. Con la grande distribuzione e gli outlet che durante tutto l’anno fatica no a chiude re solo il giorno di Natale e quello di Pasqua, anche le piccolissime attività, nella stragrande maggioranza dei casi a conduzione familiare, sono state costrette a tenere aperto anche nei giorni festivi per non perdere una parte di clientela”.

Il settore dove la presenza al lavoro di domenica è più elevata è quello degli alberghi/ristoranti: i 688.300 lavoratori dipendenti coinvolti incidono sul tot ale degli occupati dipendenti del settore per il 68,3 per cento. Seguono il commercio (579.000 occupati pari al 29,6 per cento del totale), la Pubblica amministrazione (329.100 dipendenti par i al 25,9 per cento del totale), la sanità (686.300 pari al 23 pe r cento del totale) e i trasporti (215.600 pari al 22,7 per cento).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento