Cessione quote Aeroporto Catullo, Bertucco: «Nuova bordata dalla Corte dei Conti»

Il consigliere di Verona e Sinistra in Comune attacca: «Sbugiardata la linea di difesa avverso ai rilievi dell’Anac finora sostenuta dal Comune di Villafranca». Anche il M5S prende posizione con l'On. Businarolo: «Presto anche il Ministero dirà la sua sulla questione»

L'aeroporto di Verona "Valerio Catullo"

«Dopo i rilievi dell’Autorità Anticorruzione Anac, che aveva giudicato "irregolari" le modalità attuate dai soci pubblici dell’aeroporto Catullo per far entrare, senza svolgimento di gara pubblica, i nuovi soci privati della Save, un’altra bordata si abbatte sulla legittimità dell’operazione, questa volta proveniente dalla Corte dei Conti». A dichiararlo è stato Michele Bertucco, capogruppo in Consiglio a Palazzo Barbieri per Verona e Sinistra in comune, citando la «durissima requisitoria dei magistrati contabili, con tanto di trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica, nei confronti del Comune di Villafranca che, - spiega polemicamente Bertucco - con la cessione delle sue quote della Catullo funzionò da porta di servizio per l’entrata dei veneziani».

Secondo il consigliere Bertucco, dunque, «viene sbugiardata la linea di difesa avverso ai rilievi dell’Anac finora sostenuta dal Comune di Villafranca che nella persona dell’allora Sindaco Mario Faccioli, non più tardi del 22 marzo scorso, faceva credere di aver sempre agito "coperto" dai pareri positivi della Corte dei Conti». 

Anche Francesca Businarolo, deputata del Movimento 5 Stelle, autrice assieme ad altri esponenti M5S dell'esposto che riguarda l'aeroporto veronese, ha espresso posizioni consonanti con quelle del consigliere Bertucco: «I nodi stanno venendo al pettine. Anche la Corte dei Conti dopo l'Anac e l'Antitrust si esprime per ciò che è di sua competenza e accerta le responsabilità del Comune di Villafranca».

«Avevamo dubbi sulla correttezza della cessione delle quote - ha poi aggiunto l'On. Businarolo - ora emerge che i presupposti utilizzati sono infondati. Il castello di carte sta crollando e presto anche il Ministero dirà la sua sulla questione, - ha quindi concluso la deputata del M5S - in quanto ho personalmente interessato il ministro Toninelli proprio durante l'ultima riunione tra parlamentari e consiglieri regionali veneti che si è svolta al Ministero giovedì sera».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Cori razzisti". Un video mette i tifosi dell'Hellas ancora al centro della bufera

  • Droga, cellulari, manette e armi in casa: 38enne della Bassa arrestato

Torna su
VeronaSera è in caricamento