menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Catullo, liberalizzati i servizi a terra si guarda al futuro

Catullo, liberalizzati i servizi a terra si guarda al futuro

Catullo, liberalizzati i servizi a terra si guarda al futuro

Sono due i gestori dell'handling aeroportuale. Soppani: "Migliorare il servizio riducendo i costi"

All’aeroporto di Verona si prosegue nel processo di liberalizzazione di servizi a terra. Dopo la costituzione, da parte della stessa Catullo Spa, della Avio Handling, e l’apertura ad un secondo attore all’interno dello scalo, ora si guarda al futuro e si tracciano le linee da seguire per migliorare ed ottimizzare i servizi. Proprio questo l’argomento del workshop che si è tenuto questa mattina in aeroporto.

Il mercato dei servizi a terra, handling appunto, è stato liberalizzato nel 1999 con lo scopo di puntare sulla leva della concorrenza per, da un verso, migliorare i servizi e, dall’altro, abbattere i costi. Questo processo ha portato le società di gestione degli avio scali, tra le quali anche Catullo Spa, ad avviare un’implementazione dei processi finalizzata ad ottimizzare le aerostazioni e, di conseguenza, di migliorare il servizio ai passeggeri.

Il Catullo non vede la liberalizzazione dei servizi a terra come un problema, ma come uno stimolo a migliore: “Concorrenza vuol dire diminuire i costi aumentando la qualità del servizio”, ha detto il direttore generale Massimo Soppani. Dello stesso avviso anche il presidente Fabio Bortolazzi, che va anche oltre: “L’aeroporto è diventato l’elemento principale nello sviluppo del territorio, con costi di gestione più bassi anche le tariffe delle compagnie saranno migliori”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento