menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cattolica, di nuovo in corsa e tornano gli utili

Cattolica, di nuovo in corsa e tornano gli utili

Cattolica, di nuovo in corsa e tornano gli utili

Crescono performance industriale, solidit e patrimonio netto

Si respira soddisfazione nei corridoi del Gruppo Cattolica a fronte della consolidata 2009. I vertici della compagnia parlano di “svolta” strizzando l’occhio soprattutto all’andamento industriale ed alla solidità patrimoniale del Gruppo. relazione finanziaria semestrale.

Infatti, i primi sei mesi del 2009 sono stati caratterizzati dal miglioramento della performance industriale, sostenuta dalle iniziative di riqualificazione dei portafogli e di razionalizzazione dei costi perseguite negli ultimi tempi. L'efficienza industriale raggiunta si riflette principalmente nel segmento danni con un “combined ratio” del lavoro diretto (saldo tecnico e premi di competenza) in sensibile riduzione a 97,5% nei primi sei mesi del 2009 da 99,4% nello stesso periodo del 2008 e da 99,1% a fine 2008. La raccolta complessiva del lavoro diretto e indiretto, che comprende i premi assicurativi e di investimento dei rami vita, è pari a 1.948 milioni di euro (2.102 milioni nello stesso periodo del 2008). La contenuta flessione fatta registrare rispetto allo stesso periodo del 2008 (-0,5%) è riconducibile alle politiche di riallineamento dei portafogli e di focalizzazione su segmenti d'affari più consoni alla strategia aziendale.Prosegue anche il rafforzamento del Gruppo nei rami non auto, i quali registrano un incremento del 6,0% rispetto al primo semestre 2008. 

Dal punto di vista industriale la riduzione del combined ratio è influenzata dal miglioramento del “claims ratio” del lavoro diretto, cioè gli oneri relativi a sinistri e premi di competenza, che passa da 71%, al 31 dicembre 2008, a 70%, nei primi sei mesi del 2009, a seguito di una apprezzabile riduzione dei sinistri RC Auto. L'utile netto consolidato è pari a 27 milioni (41 milioni nello stesso periodo del 2008) con un utile netto di gruppo pari a 23 milioni (37 al 30 giugno 2008); su tale risultato hanno gravato per 15 milioni svalutazioni (impairment), già al netto dell’effetto fiscale.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento