Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

A dicembre l'incentivo ai pagamenti tracciabili per gli acquisti di Natale

Pagamento carta - foto via Today.it

Si cerca in tutti i modi di far ripartire i consumi ed incentivare gli acquisti, anche sfruttando la contingenza del periodo natalizio. In attesa di scoprire le misure previste dal prossimo Dpcm che dovrebbero andare proprio in questa direzione, il Governo pare stia lavorando anche ad uno speciale "cashback" di Natale, letteralmente soldi indietro. Che cos'è? In sostanza si tratterebbe di un incentivo ai pagamenti tracciabili, quindi tramite carte di debito (bancomat) o carte di credito, ma anche via App, compiuti durante il mese di dicembre. 

Il bonus previsto dovrebbe consistere in un rimborso del 10% e fino ad un massimo di 150 euro sugli acquisti, compiuti nei negozi fisici, con carte o App di pagamento digitale. Il bonus non dovrebbe però valere per gli acquisti fatti tramite negozi online, proprio perché la logica alla base della misura è quella del contrasto all'uso del denaro contante nelle situazioni in cui solitamente lo si impiega. Allo stato attuale delle informazioni disponibili, pare che il rimborso per gli acquisti nel periodo natalizio si andrà ad aggiungere al piano "cashback" già deciso dal Governo che prevede all'anno 300 euro di rimborsi su spese annue di 3.000 euro, vale a dire non oltre 150 euro di rimborso ogni 1.500 euro di pagamenti tracciabili in sei mesi. 

La misura ad hoc per gli acquisti durante il mese di dicembre, oltre alla soglia dei 1.500 euro di pagamenti tracciabili, dovrebbe prevedere un minimo di dieci operazioni per poter ottenere il rimborso fino a un massimo di 150 euro. Ai fini dell'ottenimento del bonus, sarà necessario essere cittadini maggiorenni residenti in Italia, quindi iscriversi all'App IO della pubblica amministrazione oppure sistemi che siano convenzionati con PagoPa, ai quali si accede sempre attraverso lo Spid. A questo punto bisognerà registrare la propria carta o altro metodo di pagamento tracciabile, il proprio codice fiscale e indicare infine l'Iban del proprio conto corrente sul quale si desidera ricevere l'accredito del rimborso. Al momento non è ancora stata indicata in via ufficiale la data di inizio del bonus natalizio, ma i primi acquisti validi per l'ottenimento del rimborso dovrebbero essere ammessi dall'inizio del mese di dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Cosa (si può) fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 gennaio 2021

Torna su
VeronaSera è in caricamento