rotate-mobile
Economia Centro storico / Corso Porta Nuova

In Veneto +30% di fallimenti di imprese in 3 anni. Per contenerli c'è il Codice della Crisi

La Camera di Commercio di Verona ha organizzato un webinar di presentazione della Composizione negoziata, il principale strumento per anticipare e prevenire le crisi d’impresa su cui si incentra la nuova normativa di prevenzione dei default aziendali

Una piattaforma per la composizione negoziata, con la consulenza di esperti a prezzo calmierato, e una suite on line di autovalutazione del proprio stato di insolvenza: sono gli strumenti previsti dal Codice della Crisi per prevenire i fallimenti e sono operativi dal 15 novembre scorso. Il solo Veneto ha registrato un aumento del 30,6% dei fallimenti e delle procedure concorsuali tra il 2019 (pre-Covid) e il 2021. Per questo la Camera di Commercio di Verona ha organizzato un webinar di presentazione della Composizione negoziata, il principale strumento per anticipare e prevenire le crisi d’impresa su cui si incentra la nuova normativa di prevenzione dei default aziendali. Nelle prossime settimane seguiranno ulteriori incontri di approfondimento.

«La Composizione negoziata è uno strumento nuovo, - ha sottolineato il Segretario Generale della Camera di Commercio di Verona, Cesare Veneri - da attivare su base volontaria, messo a disposizione dell'imprenditore che si trovi in condizioni di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario, che ne rendano probabile la crisi o l'insolvenza. Alle Camere di Commercio è affidata la piattaforma telematica nazionale preposta alla gestione della nuova procedura (www.composizionenegoziata.it), il cui contenuto e funzionamento è stato stabilito con decreto dirigenziale del Ministero della Giustizia del 28 settembre 2021, nell’ambito del nuovo Codice della Crisi. L'imprenditore può chiedere, presentando una istanza alla Camera di Commercio, la nomina di un esperto indipendente, che faciliti le trattative tra l'imprenditore stesso e i creditori e gli altri possibili soggetti interessati, al fine di individuare una soluzione per ristrutturare il debito e rispristinare l'equilibrio economico dell'impresa».

camera-2-3

Ai 130 partecipanti del webinar, il Vice Segretario Generale di Unioncamere, Sandro Pettinato, ha spiegato come sia importante «evitare il percorso in tribunale anticipando il risanamento di impresa, soprattutto in questo momento, di congiuntura post pandemica e di grave incertezza. L’imprenditore deve prendere coscienza che bisogna agire nel momento in cui è ancora gestibile la situazione di crisi o di insolvenza evitando il ricorso dei creditori al tribunale. Il processo avviene in fase di continuità aziendale, la vita dell’azienda continua. Non si ricorre al Giudice perché tutti gli accordi che possono essere presi all’interno della Composizione Negoziata e i tempi della procedura sono molto stretti: 6 mesi».

La Composizione Negoziata è vantaggiosa per le imprese perché vi si può accedere direttamente tramite la piattaforma e si ha diritto ad avere la consulenza di un esperto il cui compenso è fissato per legge e proporzionato agli obiettivi raggiunti. La piattaforma è stata presentata da Federico Costa di InfoCamere.
L’intento dell’incontro è stato di coinvolgere le imprese del territorio, gli Ordini professionali interessati e le Associazioni di categoria, per favorire una maggiore conoscenza delle opportunità introdotte dalle recenti novità normative che sono state approfondite da Fabio Valerini, docente di diritto processuale civile all’Università Roma Tor Vergata.
Gli imprenditori possono poi contare su una “Suite Finanziaria”, piattaforma digitale di Innexta, società del sistema camerale, a disposizione delle imprese per l’auto-valutazione economico-finanziaria e l’individuazione precoce di possibili segnali di “allarme”.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Veneto +30% di fallimenti di imprese in 3 anni. Per contenerli c'è il Codice della Crisi

VeronaSera è in caricamento