menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alternanza scuola-lavoro e digitale: nuovi fondi dalla Camera di Commercio

Il plafond per i progetti è stato alzato, mentre rimane invariata la data ultima di presentazione delle domande di contributo e la modalità di assegnazione: in ordine di presentazione

Nuove risorse per i bandi della Camera di Commercio di Verona: il plafond per i progetti di alternanza scuola lavoro è stato alzato da 315mila a 495mila euro e quello per la digitalizzazione da 240mila euro a 500mila. Rimane confermata la data ultima di presentazione delle domande di contributo, il 16 ottobre prossimo, e la modalità di assegnazione: in ordine di presentazione.
“Abbiamo registrato molta sensibilità da parte delle imprese per l’alternanza scuola lavoro e l’impresa 4.0 – spiega il Presidente dell’ente, Giuseppe Riello – tanto che il plafond iniziale destinato a progetti di alternanza scuola lavoro è già stato superato e sono state già prenotate risorse per 180mila euro per il bando per la digitalizzazione”.
L’iniziativa è stata presentata in dettaglio al Consiglio della Camera di Commercio: “Con i contributi dell’ente – prosegue Riello - le piccole, medie e micro imprese potranno imparare a utilizzare e valorizzare gli strumenti del digitale. Il bando è studiato per sostenere le iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0, implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dal “Punto Impresa Digitale” (PID) attivato dalla Camera di Commercio”.
Sono ammessi a contributo i percorsi formativi o i servizi di consulenza sulle nuove competenze e tecnologie digitali. Il voucher ammonta al 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 10mila euro (tutte le infomazioni relative al bado e alle modalità di partecipazione).

Per i progetti di alternanza scuola lavoro, invece, sono previsti contributi di 700 euro a studente fino 10 studenti ospitati che salgono progressivamente fino ad un massimo di 9mila euro per le imprese che accolgono dai trenta studenti in su.
“L’obiettivo è di dare la possibilità agli studenti di fare esperienza in azienda – conclude Riello - in modo da orientare il percorso di studi successivo e creare una futura forza lavoro preparata, ma anche appassionata e motivata e di ridurre i tempi di studio e inserimento nel mondo del lavoro (tutte le infomazioni relative al bando e alle modalità di partecipazione).

Per entrambi i bandi, le richieste di voucher possono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Web Telemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Si ricorda che ciascuna impresa può presentare un’unica richiesta di voucher e le domande saranno accolte in ordine cronologico fino ad esaurimento delle risorse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento