Fatturato da 485 milioni, Bauli chiude l'anno fiscale con 6 milioni di utile

Il gruppo veronese ha anche lanciato una nuova immagine per raccontare l'incontro tra tradizione e innovazione. E per il prossimo Natale proporrà panettoni personalizzati

Panettone Bauli (Immagine dal sito TuoBauli)

Il Gruppo Bauli ha chiuso l'anno fiscale 2019/20 con 485 milioni di euro di fatturato e lancia una nuova immagine per raccontare l'incontro tra tradizione e innovazione.

LA CHIUSURA DELL'ANNO FISCALE

Bauli prosegue nel percorso di diversificazione delle proprie linee di business e nell'espansione internazionale, chiudendo l'anno fiscale 2019/20 con un fatturato di 485 milioni di euro. Un risultato che ha scontato un primo semestre dell'anno 2020 caratterizzato dal lockdown a causa della pandemia da Covid-19 ma che ha generato, nonostante tutto, un utile di 6 milioni di euro a testimonianza della solidità dell'azienda.
Il gruppo ha consolidato la propria presenza nel segmento del mercato continuativo con i marchi Bauli, Motta, Bistefani e Doria, focalizzandosi in particolare sull'ampliamento dell'offerta legata al benessere, che interpreta i nuovi trend di consumo orientati verso prodotti con ingredienti naturali. E per concretizzare la strategia di crescita e innovazione dei prodotti per il consumo quotidiano con un focus sul benessere, ha acquisito nel 2019 la quota di maggioranza dell'azienda slovacca MaxSport, specializzata in barrette proteiche e a basso contenuto di calorie. Questa operazione, inoltre, favorisce l'accesso del gruppo ai mercati dell'Est Europa.
«Lo scorso anno fiscale è stato caratterizzato da una forte incertezza a causa della pandemia, ciononostante siamo riusciti ad ottenere un buon risultato grazie alle scelte strategiche portate avanti negli ultimi anni, finalizzate a una maggiore diversificazione delle nostre linee di business, all'internazionalizzazione e all'innovazione di prodotto. Guardiamo al futuro con fiducia, certi della nostra capacità di far fronte con soluzioni nuove e di valore ad un contesto in continua evoluzione - ha sottolineato il presidente Michele Bauli - Proseguiamo il nostro investimento nella crescita, che per noi significa anche assicurare sicurezza sul posto di lavoro e stabilità a tutti i nostri dipendenti, attraverso il miglioramento della nostra capacità produttiva e con l'introduzione di nuove gamme di prodotti in assortimento».
L'innovazione è al centro anche dello sviluppo del settore delle ricorrenze, con particolare focus sul Natale. Quest'anno sarà introdotto il nuovo servizio TuoBauli che coniuga artigianalità e personalizzazione, approcciandosi per la prima volta al canale e-commerce. Attraverso una piattaforma digitale sarà infatti possibile ordinare e ricevere a casa un panettone Bauli personalizzato, con caratteristiche decise dal cliente e realizzato appositamente.
Infine, prosegue il percorso di affermazione sui mercati esteri, che oggi rappresentano il 16% del fatturato, in crescita rispetto all'esercizio precedente. Bauli è presente in 70 mercati ed è in particolare presente in India e nel Sud-Est Asiatico, dove dal 2017 è presente con uno stabilimento produttivo in India, oltreché nei mercati di Europa e Stati Uniti.

LA NUOVA IMMAGINE

Una nuova immagine coordinata, un nuovo logo e il restyling del sito. La nuova immagine trae ispirazione dalla tradizione del marchio storico italiano, conducendo al futuro del brand di gruppo. Un futuro che è già iniziato: una realtà dinamica e al contempo calda e familiare, espressa in ogni suo aspetto, attraverso nuovi colori, nuove forme e immagini che racchiudono elementi del passato e della tradizione, innovando e rendendo più contemporanea l’immagine dell'azienda. Al centro, il restyling del logo, che incarna il connubio tra tradizione e innovazione, ponendo l'accento sul 1922, anno di fondazione del gruppo. Il progetto prevede anche il restyling del sito, che si apre sul mondo del gruppo Bauli e dei suoi brand storici italiani, raccontando una realtà che ha saputo innovare la gamma di offerta ai consumatori nel rispetto della qualità e tradizione, che sono i suoi segnali distintivi, introducendo prodotti orientati al benessere e all'uso di ingredienti di tendenza e naturali. Un gruppo che guarda alle opportunità dell'internazionalizzazione, portando il proprio gusto e innovazione nel mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento