rotate-mobile
Economia Bovolone / Via Casella

Costi delle materie prime in continuo rialzo. «Costretti a ritoccare i prezzi»

La pizzeria Da Livio di Bovolone ha spiegato sui social network le modifiche al proprio listino prezzi non volendo rinunciare alla qualità dei prodotti

Dopo una piccola pausa per le festività appena trascorse, riapre oggi, 29 dicembre, la pizzeria Da Livio di Bovolone. Un'attività economica che, come tutte le altre, sta affrontando le difficoltà di questo periodo con diversi sacrifici. Il primo è stato quello di concentrarsi solo sulle consegne a domicilio e sull'asporto. «È un peccato che non si possa più mangiare la pizza lì da voi», ha commentato una cliente sulla pagina Facebook della pizzeria. Ma il cambiamento più difficile da comunicare è stato quello del listino prezzi.

Attraverso i social network, la pizzeria Da Livio ha avvisato i suoi clienti di dover aumentare i prezzi del 10%. «I costi delle materie prime sono purtroppo in continua crescita - ha spiegato la titolare - Essendo noi una piccolissima realtà siamo costretti a ritoccare i nostri prezzi, non potendo né controllare né comprendere questa variabile impazzita. Possiamo però controllare la qualità dei nostri prodotti e promettervi che continueremo con fiducia e con il sorriso a proporvi i nostri classici e le nostre novità».
Un messaggio che è stato compreso dai clienti, consapevoli anche loro degli aumenti in corso. Basta guardare le bollette di luce e gas per rendersene conto. Ma gli esercenti devono fare i conti anche con i fornitori ed in particolare le pizzerie hanno visto aumentare i costi per tutto, dalla farina alla mozzarella fino ai cartoni per le consegne a domicilio. E le alternative non sono molte: o si fanno tagli ai costi, magari rifornendosi di prodotti di qualità inferiore, o si fa leva sugli introiti aumentando i prezzi delle pizze. La pizzeria Da Livio ha scelto questa seconda via, affidandosi alla sensibilità dei clienti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costi delle materie prime in continuo rialzo. «Costretti a ritoccare i prezzi»

VeronaSera è in caricamento