menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auchan taglia personale in tutta Italia ma investe e amplia il punto di Bussolengo

Sono previsti 1.426 licenziamenti in 32 dei supermercati e ipermercati del gruppo francese sul suolo italico, ma non riguarderanno la struttura di località Ferlina che verrà invece ampliata

La catena francese Auchan ha annunciato che in 32 dei suoi ipermercati italiani verranno fatti tagli al personale per un totale di 1.426 licenziamenti. Questi però non riguarderanno il punto vendita di Bussolengo, che verrà invece ampliato, con i lavori alla struttura che prenderanno il via a metà maggio. 

Sindacati e azienda hanno stipulato un accordo che da maggio sarà in vigore fino a febbraio 2016: con la fine di aprile infatti termina dopo due anni il contratto di solidarietà, tuttavia le due parti hanno deciso di proseguire con la flessibilità degli orari, per meglio gestire l'attività durante i lavori in corso nell'iper. "In pratica - spegano Floriano Zanoni della Filcams Cgil e Andrea Sabaini della Fisascat Cisl sulle colonne de L'Arena - dal punto di vista organizzativo continuerà il modello adottato con il contratto di solidarietà, ma lo stipendio sarà al 100%. Non sarà una passeggiata, ma i dipendenti sanno che in questo modo inizierà un futuro migliore, soprattutto in termini occupazionali". Il gruppo francese ha anche deciso di ritirare le richieste rivolte ai dipendenti, per il ripristino delle 40 ore settimanali senza il recupero dei permessi retribuiti e la rinuncia del terzo livello per coloro che svolgono mansioni di quarto livello, avanzate lo scorso febbraio. Ma qualche brutta notizia c'è anche per i lavoratori: il 20 marzo Auchan ha disdetto il contratto nazionale per tutti gli 11.400 dipendenti presenti in Italia. "Anche a Bussolengo - dice Zanoni sempre sulle pagine de L'Arena - ne subiranno le conseguenze, a partire da luglio. Significa che verranno persi tutti i miglioramenti di reddito e di condizioni di lavoro ottenute in molti anni di confronto sindacale". Verrà certamente tolto il premio aziendale, mentre ci sono ancora dubbi sul premio mensile di 90 euro destinato ai lavoratori full time: su questo secondo punto i sindacati promettono battaglia, in quanto una proposta per la riduzione dei costi l'avrebbero già presentata nelle passate settimane e consisteva in un percorso comune per azienda e dipendenti, per intervernire su sprechi e inefficienze senza impoverire i lavoratori, ma anche questa soluzione è stata rigettata dalla dirgenza. 
Il 9 maggio quindi anche i dipendenti di Bussolengo scenderanno in piazza insieme ai colleghi Auchan di tutta Italia, per uno sciopero nazionale che durerà per l'intero turno di lavoro, con un supplemento di 8 ore di sciopero da decidere a livello territoriale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Palestra in casa: gli attrezzi immancabili

  • social

    Epilessia: come fare attività fisica in sicurezza

  • social

    Ristorazione: i trend 2021 secondo TheFork 

  • social

    Un pizzico di cocktail: nasce il nuovo programma dedicato a dessert e cocktail

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento