Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cucina Centro storico / Piazza Brà

Le ricette senza età di Verona: i Sugoli, o budini d'uva

Si mangiano nel periodo della vendemmia, anche se è davvero un peccato non poterli mangiare anche nel resto dell'anno. Sono dolci dall'origine antichissima legata alla storia contadina

Con l'uva non si fa solo il vino. Con il mosto ed altri pochi ingredienti si realizza un dolce squisito ben conosciuto nelle terre dove cresce la vite. Sono i sugoli, tradizionali budini d'uva molto apprezzati dai veronesi. Generalmente si preparano in un periodo dell'anno, quello della vendemmia, anche se è davvero un peccato non poterli mangiare più spesso.

Le origini sono davvero antichissime e sono legati alla storia contadina di Verona e non solo. Il sugolo si prepara anche a Mantova, dove la ricetta originale non prevede il mosto, ma direttamente gli acini d'uva, lasciati bollire in pentola. I veronesi però i sugoli li preparano così:

INGREDIENTI

  • 1 litro di mosto (succo d'uva)
  • 1 chilo di farina tipo 00
  • sale e zucchero quanto basta

PREPARAZIONE

In una pentola di rame versare il mosto con sale e zucchero. Bollire tutto e aggiungere lentamente la farina, in modo che non si formino grumi. Continuare a mescolare bene fino a che non si è formata un crema, poi spegnere il fuoco dopo dieci minuti. Versare tutto ancora caldo in contenitori, lasciare raffreddare e poi conservare in frigo per alcune ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ricette senza età di Verona: i Sugoli, o budini d'uva

VeronaSera è in caricamento