rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Abramo Massalongo

Zaia: «Pandemia non è finita. In un battibaleno scenario rosso». Scuole: trasporti potenziati

«Chiediamo a tutti, inclusi i più giovani, di rispettare le norme, in classe e fuori, e di limitare i ritrovi e gli assembramenti oltre l'orario di lezione», ha detto Zaia: «Scenario può cambiare»

«Da oggi 1 febbraio il Veneto torna zona gialla e le scuole superiori riaprono in presenza. Attenzione però: dobbiamo prendere atto che siamo ancora nel pieno della pandemia, e non è finita». A dirlo è il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, rinnovando il suo appello a tutti i cittadini affinché si contiui ad essere prudenti ed a mantenere comportamenti corretti, dopo che già nelle scorse ore aveva lanciato un appello molto simile.

Torna la zona gialla: quali le regole e i divieti? Cosa si può fare e cosa no da lunedì 1 febbraio  

«Il ritorno in area gialla va vissuto da ognuno di noi con responsabilità, - ha spiegato quindi il governatore del Veneto Luca Zaia - evitando gli assembramenti, indossando in modo maniacale la mascherina e igienizzando le mani, perché in un battibaleno lo scenario potrebbe cambiare in arancio o in rosso, e quindi portare a nuove chiusure».

La scuola riparte in Veneto senza i banchi a rotelle, Donazzan: «Provocano mal di schiena»  

In merito al delicato tema del trasporto pubblico locale, ovviamente al centro dell'attenzione in questa fase con la ripresa delle lezioni in presenza per le scuole superiori e, dunque, a rischio sovraffollamento, il governatore Zaia ha ribadito: «Abbiamo predisposto l'aumento dei mezzi e dei controlli sul trasporto scolastico, ma chiediamo a tutti, inclusi i più giovani, di rispettare le norme, in classe e fuori, e di limitare i ritrovi e gli assembramenti oltre l'orario di lezione. Evitare un ritorno alla zona arancione e rossa e la saturazione dei nostri ospedali, - ha poi concluso il presidente Zaia - è la sfida che tutti noi dobbiamo contribuire a vincere».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Pandemia non è finita. In un battibaleno scenario rosso». Scuole: trasporti potenziati

VeronaSera è in caricamento