Cronaca Peschiera del Garda / Viale Stazione

Sei ragazze molestate sul treno da Peschiera per Milano, interviene Zaia: «Tolleranza zero»

«Pensare che delle ragazze vengano importunate, molestate o che siano oggetto di aggressione nei nostri territori non esiste», ha dichiarato il governatore del Veneto

«Continuiamo la nostra battaglia quotidiana per una libertà non solo individuale, ma sociale. Pensare che delle ragazze vengano importunate, molestate o che siano oggetto di aggressione nei nostri territori non esiste. Il mio appello è che ci sia tolleranza zero e che le forze dell’ordine ci mettano il massimo impegno per trovare i responsabili». Con queste parole il presidente della Regione Veneto Luca Zaia commenta la notizia della denuncia da parte di sei ragazze adolescenti che avrebbero subito delle aggressioni sessuali a bordo di un treno, mentre stavano tornando a casa da Peschiera del Garda, dopo una giornata trascorsa a Gardaland.

Gruppo molesta sei minorenni su treno a Peschiera. «Eravamo circondate»

La circostanza denunciata sarebbe avvenuta sempre giovedì 2 giugno, lo stesso giorno ormai tristemente noto per i fatti registratisi sul lungolago tra Castelnuovo del Garda e, per l'appunto, Peschiera. Qui è infatti scoppiata una clamorosa rissa tra adolescenti nel corso di una sorta di raduno improvvisato in spiaggia e precedentemente promosso via social. Non è quindi possibile escludere che i presunti aggressori delle giovani ragazze, in precedenza, fossero anch'essi presenti sul lungolago gardesano e abbiano poi preso lo stesso treno che passa da Peschiera e prosegue verso Milano.

Decine di giovani identificati dopo gli episodi di violenza tra Castelnuovo e Peschiera del Garda

In merito, il presidente del Veneto ha aggiunto: «Noi veneti siamo abituati a un rapporto sociale basato sul rispetto delle persone e delle regole. Non deve passare l’idea – ha concluso il governatore del Veneto Luca Zaia - che fatti come questi possano diventare ordinari o addirittura, peggio ancora, che ci si possa assuefare. Non ci siamo mai neanche adeguati al fatto di mettere gli allarmi in casa e di pensare di chiuderci dentro. Ripeto, tolleranza zero».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei ragazze molestate sul treno da Peschiera per Milano, interviene Zaia: «Tolleranza zero»
VeronaSera è in caricamento