Sicurezza stradale, Zaia scrive al premier Conte: «Servono campagne shock»

Il governatore del Veneto chiede di coinvolgere «non solo gli enti pubblici, ma anche il mondo delle discoteche», nonché di «puntare con forza al mondo dei social»

Incidente stradale - immagine d'archivio

«Oltre al coordinamento tra enti pubblici e al rafforzamento del ruolo della polizia locale, occorre attivare vaste campagne shock che tocchino i cervelli e i cuori, come ho chiesto in una lettera al premier Conte. I dati ci dimostrano che sono le più incisive ed efficaci». Così il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, interviene rispetto alla notizia della sottoscrizione di un accordo quadro tra Viminale e Anci in tema di controlli e sicurezza stradale.

«Queste campagne – aggiunge Zaia – vanno inserite in un contesto di azioni a 360 gradi, che coinvolgano non solo gli enti pubblici, ma anche il mondo delle discoteche, dei locali notturni, dei bar e dei ritrovi di ogni tipo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Oltre ai mezzi di comunicazione tradizionali – dice il governatore del Veneto – sarà anche indispensabile puntare con forza al mondo dei social e del web in generale che, nell’era digitale, è il più adatto ad avvicinare e coinvolgere le generazioni più giovani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Scuola, ecco il calendario per il Veneto: si parte il 14 settembre, si chiude il 5 giugno

  • Orologio da 40 mila euro rubato in gioielleria a Verona: padre e figlio in manette

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Morto a 37 anni sulla A22, l'appello della moglie: «Cerco testimoni dell'incidente»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento