rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Welfare, parte il servizio di "tutoraggio badanti"

Il progetto, domiciliare, supporta le badanti in servizio a malati di Alzheimer

Un nuovo servizio di tutoraggio badanti è stato presentato stamattina nella Sala Arazzi del comune di Verona. “Il progetto innovativo” precisa una nota dell’assessorato ai servizi sociali “Intende supportare la badante nel servizio di cura delle persone malate di Alzheimer”. Figura , quella della badante, che è entrata a far parte delle risorse a cui attingono le famiglie italiane per la cura degli anziani. “Il tutoring domiciliare” continua la nota


“E’ un servizio svolto da un operatore professionale con la qualifica di operatore socio-sanitario specializzato, fornito dal Comune stesso su richiesta formale della famiglia”. Nel servizio, il tutor aiuterà la lavoratrice a orientarsi nel contesto di cura, a comprendere i bisogni e le patologie dell’anziano assistito e a saper somministrare diete specifiche per collaborare in sinergia con gli operatori professionali e in particolare il medico di base. I servizi sociali hanno disposto un pacchetto di quindici ore da svolgere a domicilio dell’anziano a fianco della badante: dieci ore nella prima settimana, e le rimanenti cinque, secondo il bisogno da concordare fra le parti sociali. Il servizio è rivolto a tutti i cittadini e per accedervi è necessario fornire i dati fiscali dell’anziano: se l’indicatore economico equivalente (Isee) è inferiore a 15.300 euro il servizio sarà gratuito, altrimenti è previsto un ticket di 150 ore per le quindici ore da svolgere. Le domande vanno presentate in vicolo San Domenico, 13 B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Welfare, parte il servizio di "tutoraggio badanti"

VeronaSera è in caricamento