rotate-mobile
Cronaca Veronetta / Via Campofiore

CasaPound inaugura la sua sede a Verona. Volantinaggio di protesta

L'inaugurazione è in programma sabato 16 dicembre in via Campofiore. L'Assemblea 17 dicembre avvisa il quartiere di Veronetta: "Fascisti in quartiere. Nessuno sarà al sicuro"

Neanche il tempo di annunciarlo, che è già partito il volantinaggio dei contrari. Questi sono giorni delicati per il quartiere di Veronetta, dopo che CasaPound Verona ha diffuso l'evento dell'inaugurazione della sua sede ufficiale in città, la numero 106 a livello nazionale. L'inaugurazione sarà sabato 16 dicembre dalle 17.30 in via Campofiore, alla presenza del vicepresidente di CasaPound Andrea Antonini.

Siamo estremamente orgogliosi di aprire anche a Verona una sede ufficiale di CasaPound - ha affermato l'esponente veronese Roberto Bussinello - Questo spazio si chiamerà Il Mastino ed è il frutto dei continui successi che il nostro movimento sta ottenendo sul territorio, soprattutto in un quartiere come Veronetta, dove degrado, spaccio e immigrazione nell'ultimo ventennio hanno fatto chiudere i battenti a numerosissime storiche attività cittadine. Con questa apertura intendiamo dare un nuovo luogo di libertà a Verona.

Immediata è stata la risposta di chi vede in CasaPound una minaccia per Veronetta. L'Assemblea 17 dicembre ha diffuso un voltantino il cui messaggio è molto chiaro: "Allerta fascisti in quartiere. Nessuno sarà al sicuro". 

Un'azione necessaria per togliere la maschera bonaria ad un gruppo che di bonario non ha nulla - scrivono i membri dell'associazione - Un'azione informativa che continuerà anche nelle prossime settimane. Un quartiere multietnico non ha certo bisogno delle politiche razziste e xenofobe portate avanti da CasaPound. Desideriamo suggerire ai cittadini che in quella serata frequenteranno i locali e le strade del quartiere di prestare la massima attenzione. Da quando quella sede è aperta si sono verificate numerose aggressioni nei confronti di persone normalissime che, semplicemente, si sono trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato. La pericolosità del semplice passeggiare per quelle vie quindi è costante, ma sabato sera potrebbe essere ancora peggio. Arriveranno molti fascisti dalla provincia e il numero di persone potenzialmente violente nelle strade è perciò destinato ad aumentare. Nei giorni scorsi quella violenza e quella pericolosità sono state sancite dalla condanna di Marcello Ruffo, ex capo di CasaPound, per aver puntato un coltello alla gola del gestore di un bar di Veronetta, lo stesso bar i cui muri esterni sono stati imbrattati con svastiche solo pochi giorni fa. Nonostante l’avvocato Roberto Bussinello, noto esponente e legale ufficiale dell'estrema destra veronese, si prodighi per far apparire agnellini i lupi, la reale natura dei militanti di CasaPound emerge giorno dopo giorno. Parecchi camerati di Casa Pound hanno grane giudiziarie in giro per l'Italia, denunce e condanne per risse, aggressioni e manifestazioni violente. Nello specifico il vicepresidente Andrea Antonini è in odor di legami camorristi. Nulla di nuovo sotto il sole dato che da sempre l'estrema destra attira infiltrazioni malavitose e viceversa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CasaPound inaugura la sua sede a Verona. Volantinaggio di protesta

VeronaSera è in caricamento