Cronaca

Rintracciati dalle Volanti a Verona, vengono portati in carcere a scontare la pena

I due arresti sono stati messi a segno in città tra domenica sera e lunedì mattina, in esecuzione di altrettanti ordini di carcerazione emessi venerdì: entrambi sono stati poi condotti a Montorio

Una Volante della Polizia di Stato

Due arresti in poche ore sono stati messi a segno dagli agenti della Polizia di Stato, in esecuzione di due ordini di carcerazione emessi dall’autorità giudiziaria lo scorso venerdì, nei confronti di due cittadini stranieri finiti nella rete dei controlli del territorio disposti dal Questore di Verona, la dottoressa Ivana Petricca. 

Il primo arresto è scattato intorno alle 18.30 di domenica, nei confronti di un 34enne ghanese, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti.
Il giovane si era presentato in Questura per ottemperare alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, ma gli è stata notificata la revoca del beneficio e il contestuale ripristino dell’ordine di carcerazione. 
Condannato in via definitiva per lesioni personali, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, l'uomo è stato quindi arrestato e condotto nel carcere di Montorio, dove dovrà scontare la pena residua di 6 mesi e due giorni di reclusione.

Lunedì mattina invece, intorno alle 8.30, gli agenti delle Volanti hanno messo le manette ai polsi di un 30enne tunisino, già noto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.
L'uomo è stato rintracciato dai poliziotti, nel corso di un servizio di controllo di routine, nell’area abbandonata dei campi da tennis di via Galliano, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Verona.
Proprio a causa delle reiterate violazioni di tale provvedimento, il tribunale di Verona, su richiesta del Pm, ha disposto lo scorso venerdì la sostituzione della misura del divieto di dimora nella provincia di Verona con quella della custodia in carcere.
Al termine degli accertamenti, pertanto, il 30enne è stato accompagnato presso la casa circondariale di Verona e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rintracciati dalle Volanti a Verona, vengono portati in carcere a scontare la pena

VeronaSera è in caricamento