Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Vittime del caldo, malori anche per gli autisti Atv: aria condizionata rotta sui bus

Su alcuni mezzi gli impianti di climatizzazione si sono rotti in questi torridi giorni di luglio e alcuni conducenti sono stati portati in ospedale per colpi di calore

Che gli impianti di climatizzazione di alcuni autobus Atv si fossero rotti è una notizia già arrivata agli onori della cronaca a metà luglio, ma allora erano stati soprattutto i passeggeri a lamentarsi per le condizioni di viaggio. Ora, nonostante i mezzi siano stati mandati d'urgenza in officina per la riparazione, sono gli stessi conducenti a commentare la bollente situazione. Infatti, in questi torridi giorni di luglio, alcuni austisti Atv sono stati portati al pronto soccorso per colpi di calore.

Le linee più calde sarebbero la 71 e la 72. Su L'Arena, il portavoce del comitato di conducenti appena costituito proprio per affrontare l'emergenza caldo, dichiara: "Sono due linee molto frequentate dagli anziani e proprio qui i pollicini non hanno aria condizionata, né per i passeggeri, né per i conducenti. Durante il nostro turno di sette ore siamo costretti a lavorare in condizioni non tollerabili e a ciò si aggiunge il malcontento degli utenti, che se la prendono con noi perché il condizionamento non funziona. Guidare con 35 gradi è come farlo in stato d'ebbrezza: le condizioni fisiche non sono adeguate. Abbiamo provato a farlo presente all'azienda e ora glielo comunicheremo in via formale".

Il 7 luglio, una conducente che viaggiava sulla linea 71 si è sentita male e al quotidiano L'Arena racconta: "Già alle 9 l'aria condizionata non funzionava, così ho chiamato le officine per chiedere se c'era disponibilità per la sostituzione del mezzo. Ho continuato a guidare per un'ora e mezza, bevendo litri e litri d'acqua, finché non ho sentito un capogiro mentre ero sul lungadige. Mi sono resa conto che non ero nella condizione di trasportare persone, avevo la vista annebbiata, ma sono riuscita ad arrivare fino all'ospedale di Borgo Trento, ho lasciato al capolinea l'autobus e sono andata al Pronto soccorso".

Dal canto suo, il direttore generale di Atv, Stefano Zaninelli, conferma il guasto ad alcuni dei veicoli, ma anche il fatto che si sta facendo tutto il possibile per riparare i mezzi quanto prima. A proposito dei conducenti, su L'Arena dichiara: "Stiamo facendo il massimo: gli autisti rappresentano per noi il capitale dell'azienda e ci teniamo alla loro salute. Purtroppo nessuno poteva prevedere questa ondata di caldo eccezionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittime del caldo, malori anche per gli autisti Atv: aria condizionata rotta sui bus

VeronaSera è in caricamento