Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Salute, arriva la Settimana contro il colesterolo. Visite gratuite a Borgo Trento

I consulti gratuiti si terranno nel pomeriggio di venerdì 23 settembre dalle ore 15 alle 18, previo appuntamento telefonico, nell'unità diretta dal professor Enzo Bonora

La settimana prossima si tiene la terza edizione della Settimana contro il colesterolo, promossa dalla Società Italiana per lo Studio dell'Aterosclerosi (SISA) per offrire la possibilità di contattare o recarsi direttamente nei 30 centri specializzati e ricevere informazioni sulla necessità di controllare i livelli di colesterolo sin da giovani.

L’Unità di Endocrinologia, Diabetologia e Malattie del Metabolismo di Borgo Trento, diretta dal professor Enzo Bonora, fa parte dei 30 Centri italiani della SISA e nell’occasione mette a disposizione i suoi medici per consulti gratuiti nel pomeriggio di venerdì 23 settembre dalle ore 15 alle 18, previo appuntamento telefonico. Si può telefonare dal 19 al 23 settembre dalle 10 alle 12.30 al numero 045/8123110.

"Nella popolazione - ha spiegato il professor Enzo Bonora - sono presenti soggetti con colesterolo decisamente alto per motivi genetici e largamente indipendenti dall’alimentazione. Questa ipercolesterolemia, che ricorre nella famiglia, va prontamente individuata e corretta con farmaci per ridurre il rischio di infarto o ictus che in questi soggetti è decisamente alto".

Avere il colesterolo cattivo alto è il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari e queste uccidono ogni anno in Italia oltre 200 mila persone. Gli altri fattori di rischio sono il diabete, l’ipertensione e il fumo di sigaretta, ma il colesterolo alto ha un peso maggiore. E ovviamente avere già avuto eventi cardiovascolari è un fattore di rischio molto rilevante. Vi è anche una forma poligenica di ipercolesterolemia, molto diffusa nella popolazione (circa 1 persona ogni 5) in cui fattori ambientali, in particolare l'alimentazione, agiscono in presenza di fattori genetici aumentando i livelli dì colesterolo. In questi casi spesso è sufficiente una più corretta alimentazione. Questo a meno che non ci siano altri fattori di rischio concomitanti perché in questi casi gli obiettivi sono più ambiziosi e spesso la dieta non basta e servono i farmaci, Prime fra tutti le statine. 

Il regime alimentare per ridurre il colesterolo cattivo prevede di preferire pesce e carni bianche e di mangiare molti legumi, verdura e frutta fresca, limitando le uova e soprattutto i dolciumi. Utile l’attività fisica per aumentare il colesterolo buono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute, arriva la Settimana contro il colesterolo. Visite gratuite a Borgo Trento
VeronaSera è in caricamento